ValtellinaToday

Paolo Grazioli confermato direttore generale dell'ASL

Durante la seduta n. 60 della Giunta Regionale della Lombardia il dottor Paolo Grazioli è stato confermato direttore generale dell'Azienda Sanitaria Locale della provincia di Sondrio.

Il 3 aprile dello scorso anno il dr. Grazioli era stato nominato come Commissario dell'ASL con un mandato massimo di 12 mesi e, con la riconferma, la sua permanenza alla guida dell'Azienda Sanitaria Locale è piena e definitiva.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il dr. Paolo Grazioli lavora da sempre nel settore sanitario come dirigente in ruoli amministrativi e in questo anno di permanenza, ha bene operato. Soddisfatto il diretto interessato, riconoscente alla provincia di Sondrio e ai collaboratori dell'Asl. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni Comunali di Lecco: si va al ballottaggio, a inizio ottobre il nuovo sindaco della città

  • Elezioni, Amministrative di Lecco: iniziato lo spoglio. Exit poll: Ciresa tra il 49 e il 53%

  • Omicidio di Olginate: dopo otto giorni, Stefano Valsecchi si è costituito

  • Entrano in una scuola, interrompono la lezione e sbeffeggiano l'insegnante: denunciati due diciottenni

  • Carabinieri in forze ed elicottero nei cieli di Calolzio, serrate ricerche per trovare il presunto omicida di Olginate

  • Elezioni Comunali di Mandello: Riccardo Fasoli si conferma sindaco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LeccoToday è in caricamento