menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Poste, il 21 aprile nuovo faccia a faccia tra l'azienda e gli enti territoriali

La Regione sottoporrà a Poste italiane i criteri per evitare ricadute delle chiusure sulla popolazione

Nuovo faccia a faccia in arrivo tra Poste italiane, Regione, Province e Anci: il prossimo 21 aprile le istituzioni si confronteranno infatti con l'azienda, dopo la sospensione del piano di razionalizzazione che avrebbe previsto la chiusura di 61 sportelli in tutta la regione, fra cui 2 in Valtellina.

La Regione ha infatti individuato alcuni criteri che sottoporrà a Poste italiane per evitare chiusure e rimodulazioni dannose per il territorio, soprattutto per l'aspetto sociale e le ricadute che si avrebbero per le fasce piu' deboli della popolazione, e che riguardano assenza di sportelli bancari, criticità del servizio di trasporto pubblico, Comuni soggetti a fusione, distanza tra gli uffici postali.

Allo stesso modo la Regione chiede che sulle aperture a singhiozzo si tenga conto della aspetti di vita sociale dei Comuni e dunque, ad esempio, che non si preveda la chiusura dello sportello proprio nel giorno di mercato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Verso il nuovo Dpcm del governo Draghi: ecco cosa cambierà

Attualità

Quando farò il vaccino? Il sito che calcola quanto dovrai aspettare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento