Sondrio

Poste, sospeso il piano di razionalizzazione: gli uffici postali a rischio non chiuderanno

Salve le filiali di Madonna di Tirano e Cosio Stazione, e anche quelle a rischio di orari limitati

Rinviato il piano di razionalizzazione degli uffici postali, che a Sondrio avrebbe previsto la chiusura delle filiali di Madonna di Tirano e Cosio Stazione, e la limitazione delle aperture di quelli di Cataeggio, Dazio, Lovero e Torre Santa Maria.

Esprime la sua soddisfazione in merito il senatore valtellinese Jonny Crosio: «Il territorio ha vinto perché è stato riconosciuto il suo diritto, sacrosanto, di poter contare su servizi fondamentali, soprattutto per gli anziani. Come Lega Nord abbiamo sollevato questioni che dovrebbero essere scontate, poiché compito di uno Stato è assicurare a chi vive in zone svantaggiate dal punto di vista della mobilità i servizi più importanti, e quello svolto dagli uffici postali lo è. Noi ci siamo mossi subito perché abbiamo ascoltato la voce del territorio, altri l’hanno capito dopo, ma ciò che conta è che la vicenda si sia conclusa nel modo sperato».

Nel mese di marzo il senatore di Dubino aveva presentato una mozione contro il piano, dando così il via al blocco delle razionalizzazioni: «Non potevamo permettere a Poste Italiane di stravolgere il servizio colpendo i piccoli paesi, nei quali gli uffici postali svolgono anche una funzione sociale. È assurdo che i tagli vengano fatti sulla sola base dei numeri, senza considerare le situazioni reali».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Poste, sospeso il piano di razionalizzazione: gli uffici postali a rischio non chiuderanno

LeccoToday è in caricamento