menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La conferenza di presentazione di Progetto casa (foto artigiani.sondrio.it)

La conferenza di presentazione di Progetto casa (foto artigiani.sondrio.it)

"Progetto casa", Confartigianato punta a rilanciare l'edilizia

Verranno distribuite a tutte le famiglie delle brochure illustrative sulla ristrutturazione degli immobili improntata su sicurezza, risparmio energetico e rispetto dell'ambiente

Si è tenuta oggi, 26 marzo, la conferenzadi presentazione del “Progetto Casa 2015”, l’iniziativa promossa da Confartigianato Imprese Sondrio che ha voluto riunire attorno ad un tavolo i rappresentanti di tutti gli ordini e i collegi professionali interessati al mondo della Ccsa e i principali Istituti bancari operanti in provincia.

Il progetto nasce da una premessa di fondo e cioè che la casa per i valtellinesi e i valchiavennaschi rappresenta tradizionalmente un bene primario e prezioso. Alla presentazione erano presenti tutti i partner del progetto: il presidente di Confartigianato Sondrio Gionni Gritti, il presidente della provincia Luca Della Bitta, i presidenti di categoria Dario Vanotti (Edilizia), Renato Vergottini (Metalmeccanici e impiantisti), Francesco Gianoncelli (Legno).

A rappresentare il mondo delle professioni i presidenti degli architetti, Giovanni Vanoi, degli ingegneri Marco Scaramellini, il segretario del collegio dei periti industriali, Vincenzo Osmetti e il presidente del collegio dei geometri, Vittorio Semeria. Gli istituti di credito erano presenti con il responsabile dell’ufficio crediti speciali della Banca popolare di Sondrio, Massimo Bordoni, il responsabile del servizio commerciale del Credito valtellinese, Attilio Faldarini e il direttore territoriale di Ubi-Banca di Valle Camonica, Guido Tresoldi.

«Gli attuali incentivi fiscali nazionali validi fino a tutto il 2015 - ha commentato Gritti - per gli interventi di ristrutturazione e di riqualificazione energetica sono un’importante opportunità per migliorare e rendere più efficiente il patrimonio immobiliare e con questo progetto si è fatto un passo avanti. In una realtà montana a vocazione turistica il miglioramento del patrimonio immobiliare si traduce in un indubbio valore per la collettività e per l’ambiente».

Le oltre duemila imprese artigiane locali del comparto “casa” e gli oltre 1.800 studi professionali di progettazione con questa iniziativa confermano la loro disponibilità a fornire ai proprietari di immobili ogni supporto e consulenza assicurando così lavori a regola d’arte con costi certi e garantiti.

Il progetto prevede – in questa prima fase – la realizzazione di una brochure informativa accompagnata da una massiccia e capillare campagna di distribuzione e di comunicazione. Credito Valtellinese, Banca popolare di Sondrio e Banca di Valle Camonica (Gruppo Ubi) – preziosi partners di questa iniziativa – hanno messo a punto prodotti e pacchetti ad hoc dedicati a coloro che decidono di effettuare lavori di ristrutturazione edilizia e di riqualificazione energetica.

L’importanza del progetto è sottolineata dal patrocinio gratuito concesso dalla Provincia di Sondrio e dal Consorzio Bim Adda. «L’auspicio – ha sottolineato Gritti – è che questa pubblicazione possa risultare utile alle oltre 82mila famiglie della provincia a cui sarà recapitata nei prossimi giorni. Il particolare momento economico impone cambiamenti decisivi che, nell’ambito del comparto edilizio, si traducono in scelte di indirizzo nel rispetto dell’ambiente, della sicurezza e della sostenibilità, evitando il consumo di suolo e, di conseguenza, valorizzando quanto fino ad ora costruito».

La brochure sarà inoltre disponibile presso tutti gli sportelli delle banche partners e presso tutti gli studi professionali. La stessa sarà inviata a tutti i 78 Comuni della provincia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento