menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Impianti di risalita: cinque milioni di euro per il rilancio

Rossi: "L'iniziativa rientra in un percorso che Regione Lombardia sta portando avanti a favore della montagna"

Sono più di 5 i milioni con i quali Regione Lombardia intende promuovere e valorizzare i comprensori sciistici lombardi. Ad annunciare il bando è Antonio Rossi, assessore regionale allo Sport e alle Politiche giovanili, che oggi, lunedì 11 gennaio, ha incontrato a Lecco i gestori degli impianti di risalita, Anci, Comunità Montana, Anef, Federfuni e Finlombarda.

«Come Regione - spiega Rossi - mettiamo a disposizione 5.2 milioni di euro destinati a soggetti pubblici o privati, proprietari o gestori di impianti di risalita funzionali alla pratica dello sci, presenti sul territorio regionale, in forma singola o aggregata mediante contratti di rete. I nostri obiettivi sono il miglioramento, l'adeguamento e la messa in sicurezza degli impianti di risalita e delle piste con lo scopo finale di migliorare l'attrattività turistica dei comprensori sciistici, permettendone l'uso anche in periodi non invernali».

Il contributo regionale sarà concesso da un minimo di 40mila euro fino a un massimo di 400mila euro (500mila euro per la forma aggregata) in base alla tipologia e al numero di impianti del comprensorio.

«Queste risorse - aggiunge l'assessore - potranno servire ad ampliare l'offerta e i servizi che i comprensori sciistici mettono a disposizione dei turisti, aumentando l'utilizzo degli impianti. Stagioni particolari come questa, in cui la neve naturale è stata molto scarsa e le temperature sono state alte anche per la produzione di innevamento programmato, possono segnare in modo significativo il trend turistico invernale».

«L'iniziativa rientra in un percorso che Regione sta portando avanti a favore della montagna. È al vaglio un progetto per uno skipass a tariffa agevolata per i ragazzi e nei mesi scorsi abbiamo stanziato 2 milioni e 200mila euro per i sentieri e 450mila per le falesie - conclude Rossi - Mi rendo conto che possano sembrare risorse finanziarie irrisorie, ma, in questo particolare momento politico e sociale, sono il massimo che Regione può mettere a disposizione in relazione agli importanti tagli governativi».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il futuro dell'ex "Larius"? Guarda a Oriente: a Lecco apre Nima

Attualità

Lecco: lunedì 10 aprono le prenotazioni dei vaccini per la fascia 50-59 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento