menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dalla Regione oltre cinque milioni di euro per i comprensori sciistici

L'obiettivo è rendere più moderni e sicuri gli impianti di risalita e le piste da sci

Oltre 5 milioni di euro per interventi sugli impianti di risalita. Questo è quanto Regione Lombardia ha stanziato con il Fondo "Frisp, Impianti di risalita II", appena pubblicato sul Burl, Bollettino ufficiale della Regione.

I 5 milioni e 240mila euro sono destinati a soggetti pubblici o privati, proprietari e/o gestori di impianti di risalita funzionali alla pratica dello sci, presenti sul territorio lombardo, in forma singola o aggregata mediante contratti di rete.

"Il nostro obiettivo", ha detto Antonio Rossi, assessore regionale allo Sport e alle Politiche per i giovani, "è il miglioramento, l'adeguamento e la messa in sicurezza degli impianti di risalita e delle piste da sci, con lo scopo finale di migliorare l'attrattività turistica dei comprensori sciistici, permettendone l'uso anche in periodi non invernali".

Gli interventi che potranno essere finanziati sono quelli volti alla realizzazione, ammodernamento, riqualificazione e incremento della sicurezza degli impianti e piste esistenti, nonchè alle infrastrutture connesse; o finalizzati alla destagionalizzazione e all'utilizzo degli impianti e piste per discipline sportive diverse dallo sci.

Il contributo regionale sarà concesso da un minimo di 40mila euro, fino ad un massimo di 400mila, in base alla tipologia e al numero di impianti del comprensorio.

"Per la Regione Lombardia la montagna rappresenta una priorità e lo stanziamento di più di 5 milioni di euro per i comprensori sciistici ne è la concreta dimostrazione. Lo avevamo promesso e lo abbiamo mantenuto", ha commentato l'assessore.

"Questa iniziativa", ha concluso Rossi, "rappresenta un ulteriore tassello voluto dalla Regione per rendere più competitive le nostre montagne dopo lo stanziamento di due milioni e 200mila euro per i sentieri e 450mila euro per le falesie e il nostro sostegno ai corsi di formazione per le guide alpine, gli accompagnatori di media montagna e i maestri di sci. Con queste misure rilanciamo un comparto fondamentale per l'economia, non solo della montagna, ma di tutta la Lombardia".

È possibile presentare domanda a partire da lunedì 11 gennaio 2016.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cosa si può fare in zona arancione: le nuove regole spiegate

Attualità

Al via in Lombardia treni solo per passeggeri "Covid tested"

social

"Lol chi ride è fuori": il programma è già diventato un tormentone

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento