Martedì, 28 Settembre 2021
Sondrio

Regione Lombardia, insediato il comitato paritetico per la specificità di Sondrio

Della Bitta: "Nessuna altra provincia lombarda o italiana, a statuto ordinario, ha questa importante possibilità"

«Si è insediato oggi il Comitato Paritetico per la specificità della Provincia di Sondrio in un clima di forte volontà di collaborazione tra la Provincia e Regione Lombardia». Lo ha detto Ugo Parolo, sottosegretario di Regione Lombardia ai Rapporti con il Consiglio regionale, Politiche per la Montagna, Macroregione alpina (Eusalp), Quattro motori per l'Europa e Programmazione negoziata

Territorio protagonista in formazione leggi. «Questa sperimentazione, - spiega il sottosegretario - unica a livello nazionale, si prefigge di valorizzare le caratteristiche peculiari del territorio, diventando così uno strumento importante non solo nella formazione delle leggi regionali, ma anche nei rapporti con lo Stato centrale, affinché si dia un riconoscimento effettivo e concreto alle specificità montane. È questa una strategica conquista per la Provincia di Sondrio, che avrà l'effettiva opportunità di esprimersi direttamente sulle proprie leggi, facendosi portavoce delle reali esigenze dei cittadini».

Modalità operative. «Durante la seduta - spiega Parolo - abbiamo definito le modalità operative, i tempi e i modi con cui il Comitato dovrà garantire ed esprimere i pareri alla Giunta regionale, prima che le proposte di legge vengano approvate in Consiglio. La piena operatività del Comitato partirà a seguito di una successiva comunicazione della giunta regionale ma, con oggi, il territorio montano della provincia di Sondrio potrà di fatto partecipare direttamente al processo di formazione delle leggi regionali di suo interesse».

Composizione del comitato. Il Comitato paritetico è costituito da tre rappresentanti di Regione Lombardia e tre della Provincia di Sondrio. Oltre al sottosegretario alle Politiche per la montagna Ugo Parolo, delegato dal presidente Roberto Maroni, in rappresentanza di Regione Lombardia fanno parte l'avvocato Paola Brambilla, specializzata in materia ambientale e il dirigente Gian Angelo Bravo, nominato oggi anche coordinatore del Comitato. Per la Provincia di Sondrio del Comitato fanno parte invece il presidente Luca Della Bitta, il vice presidente Christian Borromini e il consigliere provinciale Pierluigi Giumelli.

Il commento del presidente della provincia Luca Della Bitta.  «Il comitato paritetico é certamente uno degli aspetti più importanti della legge regionale che ha declinato la specificità del territorio della Provincia di Sondrio. Si tratta di uno strumento davvero rilevante che consente al nostro territorio di sedere al tavolo delle decisioni regionali. Su ogni norma che ha effetti diretti sul territorio e sulla popolazione potremo dire la nostra dentro un contesto ufficiale che si rapporta con la giunta regionale e con il consiglio. Credo sia l'inizio di un percorso davvero nuovo ed innovativo. Nessuna altra provincia lombarda o italiana, a statuto ordinario, ha questa importante possibilità. Ricordo un intervento del presidente del Trentino Alto Adige, Ugo Rossi, in visita sul nostro territorio che disse "L'autonomia é un lungo percorso da conquistare passo dopo passo". Quello di oggi è un grande passo, che toccherà a noi, uniti, valorizzare».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regione Lombardia, insediato il comitato paritetico per la specificità di Sondrio

LeccoToday è in caricamento