Sondrio

Ridotta la pena a Giuseppe Merlini

L'uomo nell'agosto 2012 uccise Loredana Vanoi

La Corte d'Appello di Milano ha deciso di ridurre quasi a metà la pena per Giuseppe Merlini che nel 2012 uccise la compagna in seguito ad un raptus di gelosia.

Il 67enne, originario di Besana Brianza (MB) ma residente a Mandello del Lario (Lc), nella notte fra il 24 e il 25 agosto del 2012 uccise Loredana Vanoi prima accoltellandola e finendola con il basamento di marmo di una coppa sportiva presente nell'abitazione della donna in viale Milano a Sondrio. La vittima, 60enne residente a Sondrio, era un'insegnante molto conosciuta nel capoluogo e sorella di Sandro Vanoi, ex commissario tecnico della nazionale italiana di sci di fondo.

Merlini venne condannato con rito abbreviato in primo grado a 30 anni di reclusione e si trova rinchiuso nel carcere di Opera. La seconda Corte d'Assise d'Appello di Milano ha deciso di accogliere la tesi dell'avvocato difensore, Matteo Sergi, per il quale non sussistono le aggravanti di crudeltà, futili motivi e abuso di ospitalità, ed ha deciso di ridurre la pena a 15 anni e 4 mesi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ridotta la pena a Giuseppe Merlini

LeccoToday è in caricamento