rotate-mobile
Sondrio

Rissa per strada a Sondrio: a scatenarla le accuse di un gol "rubato"

Dopo una partita di calcio a cinque, alcuni tifosi hanno accusato un giocatore della squadra avversaria di quel gol ritenuto irregolare: in un attimo si è scatenato il pestaggio

Sarebbe scoppiata per ragioni calcistiche la rissa che ha visto coinvolte nove persone a Sondrio lo scorso 21 maggio: l'accusa di aver "rubato" un gol, e in poco tempo si è arrivati alle mani.

All'origine del tafferuglio, infatti, ci sarebbe una partita di calcio a 5: quando, poco dopo il match, alcuni tifosi hanno incrociato uno dei giocatori dell'altra squadra sotto la sua abitazione, in via Bonfadini, sono volate le accuse riguardati un gol giudicato valido che, secondo i supporter del team avversario, andava annullato. Dalle accuse alle mani il passo è stato brevissimo, e per sedare la rissa è dovuta intervenire la polizia.

I cinque feriti che sono finiti in ospedale, tutti con una prognosi dagli 8 ai 15 giorni, sono stati identificati e convocati in Questura. Quattro di loro sono poi tornati per sporgere denuncia gli uni contro gli altri, e a denunciare tutti loro si è aggiunto il proprietario di un'auto che ha subìto danni durante la colluttazione.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rissa per strada a Sondrio: a scatenarla le accuse di un gol "rubato"

LeccoToday è in caricamento