menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Servizio idrico: dalla petizione alla class action

E' possibile aderire all'azione fino al 30 aprile 2016. I dettagli

La petizione sul servizio idrico integrato della provincia di Sondrio prosegue e - parallelamente - con la collaborazione dei legali di Confconsumatori Lombardia si è avviato il "procedimento relativo alla cosiddetta 'azione di classe' in materia di efficienza nella pubblica amministrazione".

"Tale procedimento consente alla pluralità di utenti e consumatori, di inoltrare una diffida all'ATO e alla SECAM SPA, a fronte della lesione dei diritti e degli interessi che questi abbiano operato con svolgimento delle loro attività, quando il danno patito sia dovuto a: la violazione degli obblighi contenuti nelle Carte dei Servizi; la violazione dei termini; la mancata emanazione di atti amministrativi".

"L'azione di classe pubblica - precisano i promotori - non prevede rimborsi. Ma quest'azione è solo l'inizio per portare alla luce le inefficienze del servizio. Appurate, poi, le incongruenze/illegalità, se Secam non procederà volontariamente ai rimborsi ci sarà modo di farglielo fare in modo coattivo con altri strumenti con aggravio di spese a suo esclusivo carico".

Per poter partecipare all'azione è necessario iscriversi a Confconsumatori (quota associativa di 5 euro) e versare la quota di adesione alla class action pubblica di 25 €.

E' possibile aderire fino al 30 aprile 2016; data di conclusione - anche - della petizione.

I moduli di adesione alla class action e ulteriori informazioni sono disponibili sul sito internet www.acquavaltellina.altervista.org.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La nuova truffa corre su WhatsApp: casi anche nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento