menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I cittadini chiedono l'installazione di un sistema di videosorveglianza

I cittadini chiedono l'installazione di un sistema di videosorveglianza

Sicurezza e lotta al degrado alla Piastra, Ava Sondrio si rivolge al Sindaco

L'associazione presieduta da Mario Cecchini scrive una lettera aperta a Molteni

Maggiore sicurezza e misure contro il degrado nel quartiere La Piastra: queste le richieste contenute nella lettera aperta che l'Associazione volontari per l'ambiente ha indirizzato al Primo cittadino del capoluogo, Alcide Molteni.

Sono molte le iniziative che i volontari guidati da Mario Cecchini vedono come necessarie per l'area, a partire dall'illuminazione e dalla videosorveglianza nelle aree del pattinodromo e del bocciodromo, che garantiscano maggiore sicurezza per chi si trova a passarci nelle ore serali e aumentino la possibilità di individuare eventuali malintenzionati. L'asfalto della pista ciclopedonale di via Giuliani, inoltre, allo stato attuale risulta pericoloso per ciclisti e pedoni.

«Per quanto concerne il degrado - si legge poi nella lettera - al di là del desiderio di molti cittadini di vedere sparire le baracche che s’individuano dalla tangenziale e che danno un brutto biglietto da visita per la nostra città, i residenti del quartiere ripropongono ogni azione tendente a sgombrare gli orti privati presenti fra le vie Gramsci e Torelli, sostituendoli con aree verdi e/o con la realizzazione d’insediamenti solamente compatibili con il verde pubblico, sportivo o ricreativo. In merito alla raccolta, poi, differenziata sono necessari più controlli per ridurre il deposito dei sacchi nei giorni successivi alla raccolta». 

Nella missiva si parla anche di manutenzione del verde, che necessita di maggiori interventi: «sono ancora presenti piante ad alto fusto a ridosso di finestre, e con rami ad altezza uomo che richiedono adeguata potatura. Permane ancora oggi un appezzamento (ove è installata una fontanella) sul quale inspiegabilmente non è falciata l’erba. È sempre necessario proseguire il controllo presso i giardini del bocciodromo comunale per debellare i comportamenti incivili di chi si appropria del verde per parcheggiare le auto, e  appare, inoltre, quanto mai necessaria, una riqualificazione dell’area verde ubicata fra la pista di pattinaggio e il distributore di carburante, ove sono presenti due fatiscenti campi di bocce all’aperto mai utilizzati e quel che resta di un campetto di calcio. Non ultima, la sistemazione del marciapiede ubicato sul lato destro della via Maffei scendendo dall’incrocio con via Aldo Moro».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento