menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sondrio, continua la protesta dei carcerati

Dopo lo sciopero della fame, anche una protesta alquanto rumorosa

Una protesta rumorosa. Prima la lettera spedita al Provveditorato regionale dell’amministrazione penitenziaria e al presidente del Tribunale di sorveglianza di Milano in cui annunciavano lo sciopero della fame - al quale 25 dei 38 detenuti hanno aderito - e sabato, l’ultima protesta: stoviglie e posate sbattute contro le sbarre, unite ad urla e schiamazzi.

Oggi dovrebbe giungere in città il provveditore regionale dell’amministrazione penitenziari, come chiedevano i detenuti nella loro lettera, per un confronto con la direttrice e con i carcerati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il futuro dell'ex "Larius"? Guarda a Oriente: a Lecco apre Nima

Attualità

I 10 luoghi simbolo di Lecco più amati dai visitatori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento