menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto Facebook/@ComunediSondrioEventi

foto Facebook/@ComunediSondrioEventi

Sondrio: premiati i "campioni" più meritevoli

Molteni: "Faccio un applauso a tutti voi che sapete interpretare e trasmettere i veri valori di uno sportivo"

Nel pomeriggio di lunedì 21 dicembre Sondrio ha premiato i suoi atleti più meritevoli, i "campioni" che hanno saputo contraddistinguersi per i risultati ottenuti, "persone testimoni di tenacia, di scelte che comportano delle rinunce, ma che regalano grandi soddisfazioni".

"Faccio un applauso a tutti voi che sapete interpretare e trasmettere i veri valori di uno sportivo. Indipendentemente dalle gratificazioni e dai riconoscimenti che possono arrivare dall'esterno la vostra storia dimostra quali elementi l'hanno abitata: passione, impegno e spesso anche il supporto della vostra famiglia e dei vostri cari. Vi ringrazio quindi per tutto quello che avete fatto e per quello che farete, siete degli esempi e dei punti di riferimento per la nostra società", ha detto Alcide Molteni, sindaco di Sondrio, durante la cerimonia.

Ai premiati è stata consegnata la targa "Campioni di Sondrio", che riporta incise due parole, per ogni atleta preziose, "orgoglio e ammirazione".

Questi gli sportivi che hanno meritato il premio: Romano Belfiore, campione italiano 2015 di rally auto storiche, Carluccio Bordoni, campione mondiale 2012 di podismo Master 60 nei 100 km, Federica Creta, campionessa mondiale juniores 2015 di karate, Giorgio Dell'Agostino, campione mondiale Under 23 di canoa fluviale, Angelo Della Marianna, campione mondiale per club 2015 di pesca in torrente, e Luigi Moreschi, campione italiano seniores 2013 di tiro con l'arco indoor.

"Oggi per la nostra Città è una giornata molto speciale, di quelle che non si vivono tutti i giorni, proprio perchè speciali sono i protagonisti di questa occasione", ha affermato l'assessore allo Sport, Omobono Meneghini.

"Sondrio, storicamente, ha sempre sostenuto l'attività sportiva riconoscendovi un alto valore sociale. Poter riscontrare che alcuni nostri concittadini, anche grazie a questa visione dello sport ed in alcuni casi approfittando delle opportunità che il nostro territorio offre, siano riusciti a realizzare il sogno di ogni sportivo, credo ci faccia sentire tutti un po' più artefici di questi successi. In una realtà 'periferica' come la nostra, dove il concetto di sport si sposa principalmente con l'attività amatoriale, questi Sondriesi sono riusciti a raggiungere traguardi ai più inimmaginabili e questo grazie ad una ricetta composta da pochi ma indispensabili ingredienti: passione, volontà e impegno", ha concluso l'Assessore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La nuova truffa corre su WhatsApp: casi anche nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento