ValtellinaToday

SS 38, interruzioni e disagi. Assenza totale di programmazione e informazione. Ora basta!

Il comunicato stampa di Confartigianato Imprese Sondrio

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

Le continue interruzioni e le inevitabili code sulla Strada Statale 38 stanno diventando un appuntamento ormai fisso per gli automobilisti. Una situazione che non può che creare disagi e proteste da parte dei cittadini e delle imprese che ogni giorno percorrono la Strada Statale di fondo valle per lavoro.

Agli uffici di Confartigianato Imprese Sondrio giungono puntualmente le lamentele e le richieste di intervento che non possiamo che fare nostre e girare a chi di competenza ovvero ad Anas.

Nel mese di giugno i lavori all’altezza del viadotto del Tartano, avevano creato code interminabili e la questione si era risolta solo grazie ad un provvidenziale e quanto mai opportuno intervento della Prefettura.

In questi ultimi giorni i lavori di asfaltatura nella tratta Sondrio – Morbegno ha ricreato i medesimi problemi. Anche in questo caso i lavori nelle fasce orarie diurne e la totale assenza di informazione preventiva e indicazioni per percorsi alternativi hanno messo in luce gravi carenze sul piano organizzativo e hanno reso un calvario percorrere la principale via di comunicazione della nostra provincia.

«I lavori per la messa in sicurezza così come quelli legati all’ordinaria manutenzione sono necessari e importanti – sottolinea Gionni Gritti, Presidente di Confartigianato Imprese Sondrio – ma la viabilità di fondovalle non può essere affrontata senza un minimo di organizzazione. Non è difficile immaginare i disagi così come non è impossibile porvi parzialmente rimedio con alcuni elementari accorgimenti.

Alcuni lavori ad esempio vanno eseguiti nelle fasce orarie notturne. Non solo ma è possibile anzi doveroso darne comunicazione preventiva e programmare una corretta informazione sulle possibili strade alternative prevedendo un presidio da parte delle forze dell’Ordine. In questo mese ai disagi nella tratta Sondrio – Morbegno si aggiunge anche la chiusura di una delle due corsie del nuovo tratto Trivio di Fuentes – Cosio Valtellino».

Non è dato sapere se a breve vi saranno altri lavori (sicuramente quelli per la nuova segnaletica) e senza gli opportuni accorgimenti assisteremo di nuovo alle code, ai disagi e alle proteste.

L’auspicio è che non si faccia appello di nuovo alla “pazienza” degli automobilisti e, se possibile, che la Prefettura possa prendere in mano un‘altra volta la situazione per cercare di evitare i disagi a chi come privato cittadino o come impresa è costretto a utilizzare le nostre statali.

I più letti
Torna su
LeccoToday è in caricamento