rotate-mobile
Domenica, 29 Maggio 2022
Sondrio

Tasi, a Sondrio più cara del 25% rispetto al 2014

Code e malumori ai Centri di assistenza fiscale

È scaduto ieri 16 giugno il termine per il pagamento della Tasi, imposta comunale sui servizi che, per i cittadini sondriesi, è risultata una vera e propria "stangata", con un aumento del 25%.

L'aliquota sulla prima casa è infatti cresciuta dal 2 al 2,5 per mille,un aumento dovuto agli ulteriori tagli previsti da Roma, che ammontano a 535mila euro. È invece scesa, ma di poco, l'aliquota dell'imposta sulla seconda casa, passata dall'1 allo 0,8 per mille.

Code e malumori nei Caf e negli uffici comunali del capoluogo e di tutta la provincia, dove i cittadini si sono scontrati non soltanto con l'aumento dell'imposta, ma anche con le diverse modalità di comunicazione dei singoli Comuni, che in molti casi hanno creato confusione, tra le incertezze sulla cifra esatta da pagare e ritardi o mancate consegne dei moduli precompilati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tasi, a Sondrio più cara del 25% rispetto al 2014

LeccoToday è in caricamento