menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tirocini di risocializzazione, da Pro Valtellina un aiuto prezioso

Petrali: "E' fondamentale che l'attenzione sociale su questo tema resti altissima"

Un contributo significativo, un aiuto prezioso a sostegno dei progetti di tirocinio dedicati ai pazienti psichiatrici è arrivato da Fondazione Pro Valtellina che, fuori bando, ha erogato 15mila euro.

A dare la buona notizia sono Rossella Petrali, direttore socio-sanitario della nuova Asst di Valtellina e Alto Lario, e il dottor Mario Ballantini, direttore del Dipartimento di salute mentale.

Ogni anno, vengono investiti dagli Uffici di Piano circa 80mila euro per proporre e quindi realizzare tirocini lavorativi, presso aziende locali, a beneficio dei pazienti psichiatrici che hanno così l'occasione di dedicare parte del loro tempo ad una "terapia" che possa favorire il loro reinserimento sociale.

"I tirocini di risocializzazione - spiega il dottor Ballantini - rappresentano la parte più delicata e complessa rispetto alla malattia mentale, ogni euro speso in questa direzione, infatti, ne produce molti di più in termini di benessere per il paziente".

"La partita ora passa agli Uffici di Piano - prosegue il direttore Petrali - ma è fondamentale che l'attenzione sociale su questo tema resti altissima".

"Doveroso e sentito, ancor più in questi tempi di ristrettezze - conclude Ballantini - è il nostro ringraziamento alla Fondazione Pro Valtellina".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento