menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un intergruppo parlamentare per legalizzare la marijuana: la proposta di Benedetto Della Vedova

Il Sottosegretario valtellinese invierà ai colleghi parlamentari una proposta, a titolo personale, per discutere depenalizzazione e legalizzazione della cannabis

Un intergruppo parlamentare composto da deputati e senatori, con l’obiettivo di discutere la legalizzazione e la depenalizzazione della marijuana: questa la proposta del valtellinese Benedetto Della Vedova, Sottosegretario agli esteri, che nei prossimi giorni invierà una lettera ai colleghi parlamentari, chiedendo di iscriversi al gruppo di lavoro.

Si tratta di una proposta, come spiega Della Vedova al quotidiano HuffingtonPost, a titolo individuale, lanciata di veste di semplice parlamentare e non di membro del Governo. L’intenzione è quella di “creare un momento di catalizzazione e riflessione sulla materia. L'intergruppo è lo strumento ideale per togliere tutti gli elementi 'partisan' alla proposta, che incrocia trasversalmente l'interesse di tanti colleghi”.

La riflessione sulla legalizzazione delle droghe leggere, già intrapresa anni fa da Della Vedova, arriva anche alla luce dei provvedimenti analoghi adottati negli Stati Uniti: “La strada è quella del referendum che coinvolga la cittadinanza, e la risposta è sempre la medesima – spiega il parlamentare nell’intervista – In alcuni casi non si parla solo di depenalizzazione, ma di legalizzazione, che da sempre è il nostro obiettivo. Il tutto viene realizzato con una forte e decisa regolamentazione, un fermo controllo e campagne di dissuasione. Ma anche con una tassazione che porta introiti notevoli alle casse dello Stato”.

Una soluzione, dunque, che potrebbe portare anche notevoli introiti nelle casse dell’erario e quindi, nella visione del politico valtellinese, a un possibile alleggerimento delle tasse che oggi gravano sui cittadini.

Della Vedova parla, però, anche di depenalizzazione: “Il richiamo è al legislatore, perché valuti di intraprendere una strada diversa da quella che oggi reprime l'uso e il consumo – dice ancora a HuffPost – L'obiettivo deve essere la legalizzazione, sia dell'uso che del consumo. Il senso è quello di togliere un pezzo di economia, paragonabile a quello che produce tabacco e alcolici, alla criminalità organizzata, che sia anche una preziosa risorsa dal punto di vista economico e occupazionale”.

Leggi l’intervista completa su HuffingtonPost.it

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Verso il nuovo Dpcm del governo Draghi: ecco cosa cambierà

Attualità

Quando farò il vaccino? Il sito che calcola quanto dovrai aspettare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento