menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giallo di Grosotto: forse Emanuele e Veronica non erano soli

Gli inquirenti hanno interrogato i giovani che erano soliti passare le serate con i due ragazzi

A più di tre settimane dalla morte di Veronica Balsamo, la ragazza deceduta nella notte del 23 agosto a Roncale vicino a Grosotto, le cose da chiarire rimangono ancora molte.

Emanuele Casula, l'ultima persona ad aver visto viva Veronica, è stato dimesso dall'ospedale di Sondalo, dove era stato ricoverato dopo un incidente avvenuto mentre era alla guida del suv della madre di Veronica, continua a non ricordare nulla.

Sembra che l'amnesia sia dovuto allo schock traumatico e che il ragazzo non stia fingendo ma non riesca veramente a ricostruire cosa sia successo quella notte. Attualmente il giovane è seguito da uno psichiatra e psicoterapeuta che sta cercando di rimettere ordine nella testa di Emanuele. Il  medico ha già incontrato il ragazzo un paio di volte ed ha dichiarato che ci vorrà del tempo prima che il ragazzo possa dare delle risposte utili alle indagini.

Gli inquirenti non escludono che nella vicenda ci siano coinvolte altre persone ed hanno interrogato i ragazzi con i quali Veronica ed Emanuele erano soliti passare le serate per cercare di ricostruire non solo i movimenti della coppia ma anche quelli degli amici.

Nel frattempo si attendono sia gli esiti degli esami tossicologici ai quali Emanuele è stato sottoposto dopo il ricovero in ospedale sia quelli relativi agli ulteriori accertamenti in corso sul corpo della vittima. 

Sono in corso verifiche e indagini anche sull'abitazione di Gianmario Lucchini, il 32enne che, la sera della morte di Veronica, è stato aggredito nella propria abitazione a San Martino, non lontano dal luogo del ritrovamento del corpo della ragazza e colpito con un cacciavite al'addome. L'uomo è ancora ricoverato in gravi condizioni all'ospedale Morelli di Sondalo.

La vicenda è quindi molto più complicata di quello che si pensava all'inizio e la soluzione del giallo sembra ancora lontana.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Priscilla cerca casa: «È dolcissima»

Attualità

I 10 luoghi simbolo di Lecco più amati dai visitatori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento