Tirano Aprica Teglio

Giovane di Villa di Tirano nei guai: in treno con 620 grammi di hashish

Il ragazzo per sottrarsi al controllo ha iniziato a correre, fuggendo nei boschi adiacenti la stazione di Tresenda

Nella serata di sabato 24 settembre i Carabinieri della compagnia di Tirano hanno arrestato A.B., diciottenne di origine macedone residente a Villa di Tirano, per il reato di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. L’operazione, organizzata dall’Arma nell’ambito dei controlli sistematici ai passeggeri dei treni lungo la tratta Sondrio-Tirano, ha preso le mosse dalla stazione ferroviaria di Tresenda. Qui i militari hanno eseguito un filtraggio delle persone in discesa dal treno in transito alle 19.40 proveniente da Milano e diretto a Tirano. Il ragazzo, non appena si è accorto della presenza dei militari, per sottrarsi al controllo ha iniziato a correre, fuggendo dapprima lungo il sottopassaggio e poi nei boschi adiacenti la stazione.

I Carabinieri lo hanno inseguito. Quando il fuggitivo si è sentito ormai senza via di scampo, ha desistito ritornando sui propri passi e consegnandosi agli uomini dell’Arma, non prima però di aver nascosto nei pressi di una baracca nel bosco un giubbino che indossava. I Carabinieri, dopo un attento e minuzioso sopralluogo, hanno rinvenuto la giacca all’interno della quale era stato occultato un sacchetto di cellophane contenente 5 panette e 15 ovuli di hashish per un peso complessivo di circa 620 grammi.

A seguito del rinvenimento della sostanza stupefacente è scattata quindi la perquisizione domiciliare a casa del ragazzo. Qui, nella sua camera da letto, nascosto in una cassa dello stereo, gli investigatori hanno trovato un bilancino elettronico di precisione per la pesatura al dettaglio della sostanza stupefacente, circostanza questa che normalmente viene considerata indicativa di un’attività di spaccio. È stata sequestrata anche la somma di € 215 euro trovata in possesso del ragazzo al momento dell’arresto e ritenuta provento dell’attività illecita, atteso che lo stesso al momento non svolge alcuna attività lavorativa. A.B. è stato quindi immediatamente condotto presso la caserma dell’arma di Tirano dove è stato dichiarato in stato di arresto e sottoposto agli arresti domiciliari presso l’abitazione di residenza, come disposto dal pubblico ministero dott.ssa Elvira Antonelli.

Mercoledì mattina presso il tribunale di Sondrio si è celebrata l’udienza di convalida dell’arresto. Lo stupefacente è stato sequestrato e nei prossimi giorni sarà trasmesso presso il laboratorio di analisi dei carabinieri di Brescia al fine di quantificarne il principio attivo contenuto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovane di Villa di Tirano nei guai: in treno con 620 grammi di hashish

LeccoToday è in caricamento