menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ha patteggiato l'uomo che aveva minacciato di far del male ai figli per denaro

Era stato arrestato lo scorso 2 luglio dopo aver minacciato moglie e suoceri di gesti estremi e di far del male ai figli se non gli avessero dato i 7 mila euro promessi

Ha deciso per il patteggiamento R.Z., 47enne di origini calabresi, ma residente a Lecco, che la scorsa estate aveva minacciato di far der male ai figli, se i suoceri non gli avessero dato il denaro richiesto.

L'uomo, un disoccupato con qualche precedente per droga che viveva di espedienti, era solito minacciare la moglie per spingerla a chiedere soldi ai genitori per il mantenimento della famiglia. La donna, stanca delle minacce e dei maltrattamenti, era tornata con i figli dai genitori a Teglio.

Lo scorso luglio, all'ennesima richiesta di soldi, la famiglia tellina ha deciso di denunciarlo e, con l'aiuto dei carabinieri di Sondrio, ha teso una trappola all'uomo attirandolo in valle con la promessa di denaro.

I carabinieri hanno così assistito all'ultimo tentativo di estorsione durante il quale l'uomo aveva minacciato di far del male ai figli e lo hanno arrestato l'uomo con l'accusa di estorsione e maltrattamenti familiari.

L'uomo si è prima difeso accusando i suoceri di averlo incastrato e di non aver mai accettato il suo rapporto con la figlia. Ora ha deciso per il patteggiamento e mercoledì è comparso davanti al giudice delle indagini preliminari del Tribunale di Sondrio, Fabio Giorgi. Su richiesta delle parti è stata applicata la pena di due anni e otto mesi di reclusione, oltre al pagamento di 600 euro di multa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le 10 meraviglie architettoniche da scoprire nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento