menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giallo di Grosotto, respinta la richiesta di arresti domiciliari per Emanuele Casula

Il gip del tribunale di Sondrio, Pietro Della Pona, ha respinto la richiesta di arresti domiciliari per Emanuele Casula, presentata dal pm Giacomo Puricelli.

La procura aveva richiesto il provvedimento domiciliare per i furti dei farmaci a base di codeina nella farmacia di Grosio e per quello di una Fiat Panda di un commerciante della zona attribuiti al ragazzo dopo le indagini dei carabinieri che hanno visionato le immagini di videosorveglianza che riprendono il giovane durante il furto.

Il gip ha riconosciuto i gravi indizi di colpevolezza a carico del Casula ma ritiene che non ci sia pericolo di reiterazione del reato di furto e pertanto ha respinto la richiesta dei domiciliari. 

Emanuele Casula era stato dimesso dopo 13 giorni di ricovero presso l'ospedale di Sondalo dove era giunto in stato confusionale dopo l'incidente avvenuto poco distante dal luogo dove è stato trovato il corpo di Veronica Balsamo. Il giovane è l'unico indagato per la morte della ragazza. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Verso il nuovo Dpcm del governo Draghi: ecco cosa cambierà

Attualità

Quando farò il vaccino? Il sito che calcola quanto dovrai aspettare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento