Tirano Aprica Teglio

Sondalo, un arrestato per detenzione di stupefacenti

Nel pomeriggio di venerdì i carabinieri hanno ammanettato un 43enne locale, che deteneva eroina

La merce e il denaro sequestrati

Nel pomeriggio di venerdì 5 febbraio i Carabinieri della Stazione di Sondalo hanno arrestato un 43enne italiano di Sondalo per il reato di detenzione di eroina finalizzata allo spaccio.
L’uomo è stato fermato al termine di un’articolata operazione, finalizzata alla repressione dei reati connessi al microspaccio di droga, che si è svolta tra le strade del paese quello stesso pomeriggio e che è sfociata in una perquisizione domiciliare.

Un uomo deteneva mezzo grammo di eroina ed è stato perquisito nei pressi di un bar del paese: i militari hanno rinvenuto la dose nascosta in un calzino dell’acquirente e l'hanno sequestrata come fonte di prova dell’attività di spaccio. La stessa è risultata essere stata pagata con una banconota da 50 euro. Una rapida ed incisiva attività investigativa ha consentito di identificare lo spacciatore, già noto alle forze dell’ordine.
I carabinieri, dopo averlo rintracciato non molto lontano dal luogo in cui era stato fermato l’acquirente, hanno eseguito una perquisizione personale e domiciliare. E proprio presso l’abitazione dell’arrestato i militari hanno rinvenuto, ben occultata dietro la cornice di un quadro appeso in salotto, un frammento di 10 grammi circa di eroina, compatibile con quella sequestrata all’acquirente e da cui si possono ricavare complessivamente almeno 30 dosi. Inoltre, dentro una credenza in cucina è stato rinvenuto denaro contante per l’ammontare di oltre 700 euro in banconote di vario taglio.

Lo stupefacente è stato sottoposto ad un esame tecnico con reagenti chimici allo scopo di accertarne l’effettiva tipologia: il test ha confermato il fondato sospetto che si trattasse di eroina, pertanto la droga è stata immediatamente sequestrata per essere inviata al laboratorio di analisi dell’Arma a Brescia, dove sarà accertata la quantità di principio attivo presente nello stupefacente e il suo livello di purezza.
ll denaro contante è stato anch’esso posto sotto sequestro perché ritenuto provento dell’attività di spaccio, anche perchè l’uomo arrestato non risulta avere un’occupazione e quindi un’autonoma fonte di reddito. Al termine degli accertamenti il 43enne è stato dichiarato in stato di arresto per il reato di detenzione di sostanze stupefacenti finalizzata allo spaccio e sottoposto alla misura precautelare degli arresti domiciliari presso l’abitazione di residenza, in attesa del giudizio di convalida da parte del Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Sondrio.

Questo arresto si inserisce nella sistematica attività di contrasto messa in campo dalla Compagnia Carabinieri di Tirano avverso il fenomeno dello spaccio di droga in alta Valle. Solo tre giorni fa, infatti, a Bormio i Carabinieri della locale Stazione hanno denunciato un uomo perché trovato in possesso di oltre 30 grammi di marjuana, mentre nel mese di gennaio gli stessi Carabinieri di Sondalo avevano arrestato un 32enne del luogo trovato in possesso di circa 60 grammi di marjuana e altrettanti di hashish.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sondalo, un arrestato per detenzione di stupefacenti

LeccoToday è in caricamento