menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immondizia per la strada (foto Facebook Comune di Tirano)

Immondizia per la strada (foto Facebook Comune di Tirano)

Tirano, rifiuti per le strade: lo sfogo dell'assessore Pola

Dalla spazzatura alle deiezioni canine: la questione del decoro pubblico in paese è sempre più sentita

«Ignoranza, superficialità, inciviltà?». E' un duro sfogo quello dell'assessore ai Lavori pubblici, Ambiente e Territorio del Comune di Tirano Daniele Pola, pubblicato anche sulla pagina Facebook del Comune, relativamente ad alcuni diffusi episodi di inciviltà che si verificano per le vie del paese.

«Mi riferisco alla questione dell'abbandono di rifiuti vari sul suolo pubblico - scrive l'assessore - Dal mozzicone di sigaretta al sacco nero fuori orario ed altro ancora, nonché gli escrementi dei nostri amici cani che non vengono rimossi dai proprietari. Mi chiedo: sono frutto di ignoranza, nel senso di non conoscere i regolamenti che disciplinano certi comportamenti? Oppure sono frutto di superficialità e noncuranza, nel senso che il cittadino non pensa alle conseguenze del suo gesto credendo che il suo comportamento non costituisca un problema per gli altri? Oppure sono semplicemente pura inciviltà, nel senso che costoro coscientemente se ne fregano di tutto e si comportano senza alcuna preoccupazione? Quale amministratore del territorio mi sento in dovere di intervenire e fare un poco di informazione».

Per coloro che l'assessore definisce ignoranti, «chi getta mozziconi di sigaretta a terra deve sapere che oltre a rendere indecoroso un luogo ogni mozzicone lasciato nell'ambiente inquina mille litri di acqua» ricorda Pola. E ancora: «I sacchi della spazzatura devono essere esposti negli orari definiti dal servizio di raccolta porta a porta come da calendario fornito, scaricabile dal sito del Comune di Tirano o di Secam (di solito da depositare vicino alla porta di ingresso o se la strada è stretta in punti dove non intralcino il traffico veicolare)».

«I cestini dei rifiuti stradali, distribuiti sul territorio servono per i rifiuti dei passanti, cittadini e turisti e non si possono utilizzare come raccoglitori dei sacchi di casa - prosegue l'assessore - A questo proposito comunico che è in allestimento un spazio accessibile 24 ore al giorno dove i cittadini tiranesi potranno conferire i rifiuti, anche per agevolare chi non riesce ad esporre il sacco nell'orario definito». Inoltre, ricorda Pola, la piazzola per la raccolta degli ingombranti è aperta ogni martedì dalle 14 alle 17: «Appena possibile la piazzola sarà aperta anche un sabato mattina al mese per agevolare coloro che lavorando non riescono ad utilizzarla» aggiunge.

In merito alle deiezioni canine, Pola, ricorda che «l'accompagnatore del cane è obbligato a raccogliere gli escrementi del compagno, ovunque vengano lasciati, quindi è obbligato ad avere con sé uno o più sacchetti, così come il guinzaglio e la museruola; chi si troverà senza questi strumenti è sanzionabile».

Si passa poi alle regole per i cittadini "superficiali": «Vi piacerebbe entrare in casa con scarpe imbrattate di escrementi canini? - scrive Pola - Oppure vorreste vedere i vostri bambini o nipoti giocare nell’erba di parchi o aiuole fra ciuffi d’erba e escrementi di cani? Chiedo quindi soltanto di avere un poco più di attenzione verso gli altri perché le regole, in ogni materia, servono per assicurare una pacifica convivenza fra le persone».

Infine, ecco la "strigliata" agli incivili: «C'è sempre la possibilità di migliorare, quindi invito ad una riflessione sulle regole della convivenza e ad approfondire le conseguenze delle proprie azioni e cattivi comportamenti - scrive Pola - L'amministrazione ha chiesto a chi deve esercitare il controllo di essere più presenti e intransigenti verso i trasgressori».

«Colgo l'occasione per ringraziare coloro che tengono un comportamento corretto - conclude l'assessore - che credo siano la maggior parte, chiedendo loro e a tutti i cittadini una maggiore presenza attiva, non siate timorosi nel fare presente a chi trasgredisce che è in errore, sempre con educazione e con spirito positivo, mettendoci la faccia. Il territorio è di tutti e tutti dobbiamo esserne custodi».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento