rotate-mobile
Venerdì, 12 Agosto 2022
Tirano Aprica Teglio

Tirano-Sondrio, ad agosto un'ora e mezza per percorrere 25 km

I turisti accorrono in valle per il caldo, la mattina coda fissa tra le due città

Il turismo è una risorsa molto importante per la Valtellina da tempo immemore. Gli stupendi paesaggi prealpini e alpini che la caratterizzano attirano ogni anno migliaia di persone, e altrettante sono quelle che percorrono la valle per recarsi in Svizzera.

Può una risorsa diventare allo stesso tempo un problema? A quanto pare sì, se si considera quello che succede ogni agosto sulla strada statale 38, da Sondrio a Tirano.

Per percorrere i venticinque chilometri che separano le due città, in mattinata tra le 9.30 e mezzogiorno, ci si impiega fino a un'ora e mezza. Una situazione insostenibile, se si pensa che si farebbe prima a muoversi in bicicletta che in macchina.

L'orario è dettato dal fatto che i turisti milanesi e brianzoli (ma anche lecchesi), stanchi del caldo africano di questa estate 2015, partono intorno alle 8 dalle loro case per salire in valle. Il fenomeno interessa tutto agosto, in particolare le due settimane a cavallo di Ferragosto; la situazione di "emergenza" rientrerà gradualmente a partire dal 23. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tirano-Sondrio, ad agosto un'ora e mezza per percorrere 25 km

LeccoToday è in caricamento