menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto www.distrettoculturalevaltellina.it

foto www.distrettoculturalevaltellina.it

Tirano, funzionale e accessibile: la stazione è un modello

È stato presentato ieri, mercoledì 2 dicembre, il progetto di riqualificazione

È stato presentato mercoledì 2 dicembre il progetto di riqualificazione dell'area della stazione di Tirano, per un valore di oltre 2 milioni di euro.

Un rinnovato ufficio turistico, un atrio moderno e funzionale, nessuna barriera architettonica e parcheggi: questo in sintesi quanto realizzato.

Un operazione non solo di carattere infrastrutturale, ma anche culturale e turistica perchè la stazione sia un adeguato punto di accesso alla città, un buon biglietto da visita insomma. "Una valorizzazione complessiva della centralità di Tirano quale storico crocevia di transiti commerciali, meta di pellegrinaggi, località turistica, capolinea ferroviario della Tirano-Milano e della Ferrovia Retica, automobilistico verso Bormio e Edolo, in Valcamonica", è scritto nel comunicato stampa di Distretto culturale della Valtellina.

I progetti che hanno permesso la riqualificazione sono stati realizzati grazie ad una rete di soggetti pubblici e privati; "che si è rivelata particolarmente efficiente, la concretizzazione di una reale sinergia che ha prodotto i risultati sperati".

Con il progetto Interreg "Monti e Laghi" è stato realizzato, con una spesa di circa 500mila euro, il Polo intermodale di Tirano, quindi scivoli verso la stazione ferroviaria e l'autostazione degli autobus e una nuova biglietteria. Dal progetto Interreg "Cuore delle Alpi" altri 83mila euro per la costruzione di un ulteriore scivolo a collegamento della stazione con la piazza antistante.

Il progetto Interreg CPRE, Conservazione programmata nello spazio comune retico, ha invece completato il progetto di restauro con la valorizzazione della stazione ferroviaria per altri 315mila euro.

Il Distretto culturale della Valtellina ha invece investito oltre 1 milione e 200mila euro, di cui 385mila dalla fondazione Cariplo e 827mila dal Comune di Tirano, per realizzare un nuovo punto di informazione turistica.

Tirano accoglie così turisti, e non, con una stazione moderna e funzionale, innovativa e accessibile, un vero e proprio modello.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La nuova truffa corre su WhatsApp: casi anche nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento