rotate-mobile
Domenica, 29 Gennaio 2023
Valchiavenna

Aree interne, la Valchiavenna come esperienza pilota nella strategia per valorizzarle

Della Bitta: "Essere scelti tra le aree chiamate a portare la loro esperienza è un ulteriore motivo per essere positivi"

A Roma si è tenuta un'importante iniziativa legata alla strategia nazionale per le aree interne, zone distanti dai centri urbani con traiettorie di sviluppo instabili, ma tuttavia dotate di risorse che mancano ai territori centrali.

A Palazzo Chigi ieri 8 luglio è stata ufficialmente presentata la strategia italiana per queste aree, con una giornata di approfondimento sulla sua concreta realizzazione: oltre agli interventi dei referenti dei diversi ministeri coinvolti sono stati chiamati a portare la loro esperienza i territori scelti come progetti sperimentali, tra cui anche l'area prototipo sperimentale nazionale della Valchiavenna.

«È un grande piacere e motivo di orgoglio rappresentare la Valchiavenna in questo percorso a nome dei Sindaci e della Comunità Montana – commenta in merito il Sindaco chiavennasco, Luca Della Bitta - segno che il lavoro procede speditamente e si sta concretizzando giorno dopo giorno. Un lavoro che va avanti ininterrottamente da ormai due anni e che porterà opportunità uniche alla nostra Valle. Nei prossimi mesi, definita la strategia complessiva, si procederà alla firma dell'accordo quadro. Una grande opportunità che prova a disegnare la Valchiavenna del futuro creando opportunità per i giovani, per le imprese, per i comuni, per i nostri cittadini. Un lavoro impegnativo che potrà regalarci grandi soddisfazioni. Essere scelti tra le aree chiamate a portare oggi la loro esperienza è un ulteriore motivo per essere positivi. I sindaci mi hanno affidato questo compito e, con il massimo impegno e dedizione, lo sto portando avanti. Bisogna volare alto, pensare alle strategie e ad obiettivi ambiziosi per la nostra amata valle».
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aree interne, la Valchiavenna come esperienza pilota nella strategia per valorizzarle

LeccoToday è in caricamento