menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Chiavenna, i ragazzi delle elementari diventano "Ambasciatori città Slow"

Il progetto fortemente voluto dal Sindaco Della Bitta sensibilizza gli studenti alla promozione del territorio

Chiavenna da tempo beneficia del riconoscimento di Città Slow, assegnato a tutte quelle realtà che uniscono la bellezza del territorio ad una ricchezza di tradizione nell'accoglienza turistica e nel campo enogastronomico.

La città ha colto al volo l'opportunità di spingere ancora più in là le proprie aspirazioni, al fine di dare lustro e riconoscimento alle proprie qualità. È così che nasce il progetto pilota "Ambasciatori città Slow", che vedrà la partecipazione delle scuole primarie Segantini e Pestalozzi in un percorso didattico integrato con il Piano per il diritto allo studio 2014-2015.

Ai ragazzi, tramite attività pratiche, letture e studi appositi, viene proposto di imparare a riconoscere ciò che caratterizza la proprioa città, che aspira al buon vivere non solo in favore dei residenti ma anche dei turisti, così da trovare nuove modalità per rendere più apprezzabile il territorio.

Il progetto, che ha raccolto l'attenzione dell'Associazione Città Slow Nazionale ed Internazionale, mira poi ad ampliarsi in futuro e a diffondersi in tutte le altre città che si fregiano del riconoscimento. L'investimento porterà risultati importanti nel lungo periodo, quando gli studenti di adesso saranno i cittadini di domani, pronti a valorizzare le proprie risorse per una migliore sinergia territorio-turismo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cosa si può fare in zona arancione: le nuove regole spiegate

Attualità

Lecco, la zona arancione è in vista: si sbilancia anche Fontana

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento