menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Insieme contro l'azzardo", approvato il progetto di lotta alle ludopatie dei comuni valtellinesi

L'iniziativa sarà cofinanziata dalla Regione

Approvato dalla Regione il progetto "Insieme contro l'azzardo", di contrasto alla ludopatia, presentato da 17 comuni valtellinesi.

"Insieme contro l'azzardo" ha l'obiettivo di contrastare la "malattia del gioco", limitando la diffusione dell'offerta di gioco e tramite attività di sensibilizzazione della popolazione (in particolare giovani e anziani, che costituiscono le categorie più a rischio),di informazione rispetto ai servizi di aiuto ai giocatori e loro famiglie e di formazione rivolta ad amministratori, polizia locale e operatori dei servizi pubblici e privati. 

Oltre a questo, verrà realizzata una mappatura  delle  sale gioco e degli esercizi con installati apparecchi per il gioco d’azzardo lecito su tutto il  territorio dei   Comuni partner di progetto, per rilevare le criticità attraverso l’analisi della  localizzazione  e delle principali caratteristiche dei "centri" del gioco,  monitorando parametri che vanno dalla vicinanza ai luoghi sensibili alla tipologia e numero degli apparecchi da gioco installati.

In parallelo, il progetto prevede un'analisi quantitativa e qualitativa  che permetta di rilevare i rischi e costi sociali presenti sui territori oggetto di indagine, approfondendo  la conoscenza relativamente ai fenomeno del gioco d’azzardo. Infine, partendo dall’analisi delle iniziative già assunte degli enti locali si procederà alla costruzione di regolamentazioni condivise e omogenee, volte a contenere  il fenomeno del gioco d’azzardo.

Il progetto vede coinvolti 17 Comuni, di cui Chiavenna è capofila, ma anche 4 Uffici di Piano, la Provincia di Sondrio, la Cooperativa Lotta all’emarginazione, la Cooperativa sociale Insieme  e Ippogrifo, AUSER, Lokazione, Lavops, Comunità Il Gabbiano, Circolo Arci. Dei 70mila euro previsti per la realizzazione, 50mila arriveranno dal Pirellone come contributo, mentre la parte restante sarà a carico dei singoli Comuni, della Comunità montana di Chiavenna e della Coop Lotta all'emarginazione.

«Il nostro territorio viene collocato al 22° posto in Italia per spesa pro capite per le slot machine e ai primi posti per il numero di installazioni, un apparecchio ogni 100 persone - spiega Elena Del Re, Assessore alle politiche sociali di Chiavenna - Ci auguriamo che da questo progetto condiviso possa nascere una rete tra gli enti pubblici che finalmente possa ottimizzare gli sforzi e rendere più efficaci gli interventi di contrasto di un fenomeno che sta dilagando e provocando gravi danni sociali ed economici».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cosa si può fare in zona arancione: le nuove regole spiegate

Attualità

Al via in Lombardia treni solo per passeggeri "Covid tested"

social

"Lol chi ride è fuori": il programma è già diventato un tormentone

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento