rotate-mobile
Valchiavenna

Orsi: avvistamenti a Verceia e Livigno

"Tutte le segnalazioni pervenute sono relative ad animali timidi e schivi"

L'orso è (ancora) in Valchiavenna, zona Verceia, e - qui e là - lascia traccia di sè.

«Nei giorni scorsi si sono avuti ulteriori riscontri della presenza dell'orso. - conferma il presidente Della Bitta - In particolare, domenica 1 maggio, si è registrata una predazione a carico di capretto nella zona di Vico. Gli agenti della Polizia provinciale hanno effettuato immediatamente il sopralluogo e recuperato il capretto, che è stato analizzato dai veterinari dell'Istituto Zooprofilattico di Sondrio, confermando la predazione ad opera dell'orso».

Il plantigrado valchiavennasco non è - però - l'unico presente nel territorio provinciale. «In questi stessi giorni - rende noto Della Bitta - è stata segnalata la presenza di un altro orso nella zona dell'Alta Valle, avvistato domenica a Livigno da una coppia di persone, al confine con la Svizzera. Questo animale, segnalato anche dai colleghi svizzeri, non ha però effettuato nessuna predazione».

«Tutte le segnalazioni pervenute alla Provincia di Sondrio in quest'ultimo mese sono comunque relative ad animali timidi e schivi, che non mostrano confidenza nei confronti dell'uomo e non creano quindi nessun pericolo per l'incolumità pubblica. - rassicura il presidente - Anche le predazioni finora riscontrare, a danni di apiari e capre, non presentano carattere di eccezionalità ma rientrano nel comportamento dell'orso, in particolare in questo periodo, successivo all'uscita dal letargo».

Il comune di Verceia - venerdì 6 maggio - ha organizzato un incontro pubblico con Carlo Frapporti, esperto di fauna selvatica, e il personale tecnico della Provincia di Sondrio. I temi: l'orso, la sua biologia e il rapporto (di convivenza) con l'uomo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Orsi: avvistamenti a Verceia e Livigno

LeccoToday è in caricamento