menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un migliore servizio sanitario d'emergenza: l'obiettivo di Valchiavenna con Areu

Della Bitta: "Stiamo costruendo un ambizioso progetto che consentirà di creare una rete di punti di atterraggio notturno dell'elisoccorso utilizzando i campi sportivi comunali"

Da alcuni mesi Luca Della Bitta, delegato della Valchiavenna per le aree interne, sta lavorando in stretta collaborazione con il Direttore di Areu, Azienda regionale emergenza urgenza, Alberto Zoli "che con determinazione condivide il bisogno di promuovere e migliorare i servizi sanitari offerti ai cittadini".

"La notizia positiva - informa Della Bitta - è che stiamo costruendo un ambizioso progetto sperimentale in materia di emergenza urgenza che consentirà di creare una rete di punti di atterraggio notturno dell'elisoccorso utilizzando i campi sportivi comunali".

"Questo permetterà ai soccorsi sanitari di raggiungere più facilmente e con tempi migliori tutto il territorio e di effettuare il rendez-vous, cioè l'incontro tra servizio di emergenza via gomma ed elicottero. Un nuovo intervento che va nella direzione di favorire il vivere in montagna con i servizi adeguati che in un territorio come il nostro ha bisogno di una organizzazione di servizi particolari".

"Stiamo sviluppando questo progetto che ho fortemente voluto - spiega ancora il Delegato - come sperimentazione dentro la strategia per le aree interne della Valchiavenna e che ora trova compimento e che interesserà il territorio montano della nostra Provincia".

"Ringrazio Areu per la collaborazione sempre puntuale e altamente qualificata e per l'impegno che si è assunto e sta sviluppando in tal senso - conclude Della Bitta - Un territorio più sicuro, per i malati, per una maggiore serenità, per servizi sanitari sempre migliori e puntuali per i nostri cittadini".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento