Valmalenco

Resti mummificati affiorano dal ghiacciaio dello Scerscen

Forse appartengono ad un escursionista svizzero vissuto tra le due guerre mondiali i resti umani ritrovati nel ghiacciaio del Scerscen a Lanzada in Valmalenco. La segnalazione è arrivata da Roberto Ciapponi, un alpinista valtellinese che stava facendo un'escursione sul ghiacciaio con il proprio cane

E' stato proprio l'animale a segnalare al padrone la presenza di qualcosa di strano, annusando sempre nello stesso punto. L'uomo si è avvicinato al luogo segnalato dal cane ed ha visto affiorare un cranio parzialmente mummificato e alcuni oggetti che sembrano una cintura in cuoio, lacci e i brandelli di una coperta. Vicino al corpo anche un portafoglio contenente monete svizzere datate dal 1910 al 1921.

I militari del soccorso alpino della guardia di finanza ed i vigili del fuoco hanno tentato di raggiungere la zona per poter recuperare i resti, ma le avverse condizioni del tempo non hanno permesso all'elicottero di avvicinarsi. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Resti mummificati affiorano dal ghiacciaio dello Scerscen

LeccoToday è in caricamento