menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Valtellina, 28 anni fa la devastante alluvione

Il dissesto idrogeologico causò morti, feriti, sfollati e danni per 4000 miliardi delle vecchie lire

Sabato 18 luglio 1987: a chi a qualche anno in più questa data porta al ricordo della devastante alluvione che colpì la Valtellina, causando morti, feriti, sfollati e danni per circa 4000 miliardi di lire.

Dopo molti giorni d'incessante pioggia causata da due masse d'aria contrastanti che si "toccavano" in quella zona, infatti, ecco arrivare il diluvio che causo il dissesto idrogeologico e portò al disastro testimoniato da filmati, foto e racconti di quel giorno maledetto.
Una frana sventrò un albergo e uccise da sola 19 persone, altri eventi non furono di portata minore.

Nella notte tra sabato e domenica il fiume Adda esondò e portò con sè persone, bestiame e case intere, trascinate fino al Lago di Como, interrompendo le vie di comunicazione e costringendo migliaia di persone a sfollare.

Qualche giorno dopo (28 luglio) dal monte Zandila si staccò una quantità impressionante di roccia, travolgendo gli abitanti di S. Antonio Morignone e Piazza, causando la morte di 28 residenti nonostante il preventivo sfollamento effettuato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Cos'è il lasciapassare per uscire dalla Lombardia e spostarsi tra regioni

Attualità

Le 10 meraviglie architettoniche da scoprire nel Lecchese

Attualità

Si prenota per il vaccino anti-Covid, poi rinuncia: «Ho paura»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento