Come eliminare il calcare dal bagno

Anche una semplice goccia d’acqua sul lavandino può, alla lunga, lasciare quelle odiose incrostazioni di calcare. Come rimuoverle? Ecco alcuni rimedi naturali che garantiscono ottimi risultati

Per avere un bagno sempre splendente, non basta pulire sanitari e pavimenti, è necessario anche eliminare tutte le incrostazioni di calcare che inevitabilmente si depositano su rubinetti, ceramica e soprattutto nel box doccia.

I detergenti anticalcare sono certamente efficaci, ma non possono essere utilizzati troppo spesso, perché sono piuttosto inquinanti per l’ambiente e irritanti per noi. Esistono infatti validi rimedi naturali che contribuiscono alla salvaguardia dell’ambiente, e ci permettono di ottenere gli stessi risultati. 

Come eliminare il calcare con l’aceto e il bicarbonato

L’aceto è sempre un valido alleato per le pulizie di casa, anche quando si tratta di incrostazioni difficili da rimuovere. 

In questi casi va utilizzato caldo, direttamente sulle macchie di calcare. Lasciate agire per 10 minuti, strofinate con una spugnetta, infine sciacquate con acqua calda e asciugate. 

L’aceto va usato anche per pulire il diffusore dei rubinetti, dato che è il primo elemento che si intasa a causa del calcare. In questo caso smontate il diffusore e lasciatelo in ammollo per almeno 4 ore in un bicchiere con acqua e aceto. 

Anche il bicarbonato è efficace contro le macchie e le incrostazioni di calcare. Basta miscelarlo con un pò di aceto caldo, e otterrete un potente anticalcare naturale. Prima dell’applicazione è consigliabile un trattamento delle zone interessate con il limone. Successivamente strofinate con una spugna imbevuta di bicarbonato e aceto sul calcare, sciacquate con acqua calda e infine asciugate.

Eliminare il calcare dal box doccia

Poiché il box doccia è sempre a contatto con l’acqua, con il tempo si forma sempre una patina di calcare. Per prevenire la formazione, sarebbe opportuno asciugarlo con un panno ogni volta che si utilizza il box doccia. L’ideale sarebbe spruzzare sulle pareti un composto creato con dell’aceto bianco e dell’acqua dolcificata a fine doccia. 

In ogni caso, per disfarci del calcare è sufficiente preparare uno spruzzino con acqua e aceto bianco. Per mitigare l’odore forte dell’aceto, aggiungete qualche goccia di olio essenziale puro di eucalipto o altre profumazioni che vi piacciono.

Usate questo preparato dopo ogni doccia, spruzzandolo su piastrelle, pareti interne del box e rubinetti. Lasciate agire qualche minuto, frizionate con una spugna non troppo abrasiva, risciacquate e eliminate l’acqua in eccesso. Se avete tempo, l’ideale sarebbe anche asciugare bene con un panno in microfibra.

Eliminare il calcare da sanitari e rubinetti

Eliminare il calcare dai sanitari in modo naturale, è molto semplice. Basta preparare un composto con 2 cucchiai di bicarbonato, qualche goccia di acqua e 1 cucchiaio di aceto.

Inumidite poi una spugna e passate la crema ottenuta anche sui rubinetti, sfregate bene e risciacquate con cura. Se i residui di calcare sono particolarmente consistenti, spruzzate un pò di acido acetico puro, lasciate agire e spazzolate via con uno spazzolino. 

Per quanto riguarda la pulizia del wc, basterà cospargere bene le pareti interne della tazza con abbondante bicarbonato lasciandolo agire tutta la notte. Al mattino basterà strofinare bene con lo scopettone, tirare l’acqua e il gioco è fatto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come eliminare il calcare dal bagno

  • Come decorare casa per Natale: ecco alcune idee da provare

  • Termosifoni: come pulirli e averli sempre funzionanti

  • Come proteggere le piante dal freddo

  • Bonus facciata e rimborso del 90%: ecco come funziona

  • Scambio casa: cos'è e come funziona

Torna su
LeccoToday è in caricamento