Accese 40 telecamere: un "Grande Fratello" per garantire maggiore sicurezza

Dopo l'ok in Consiglio, a Olginate e Valgreghentino diventa operativo il potenziato sistema di videosorveglianza. Il sindaco Marco Passoni: «Importante iniziativa per monitorare il territorio anche sul fronte della viabilità»

Più controlli e sicurezza a Olginate e a Valgreghentino grazie all’attivazione delle telecamere. Nei due comuni poco a sud di Lecco sono infatti stati accesi gli “occhi del Grande Fratello”: ben 40 impianti di videosorveglianza, compresa una decina di lettori di targhe. Le telecamere sono in realtà già pronte da tempo sul territorio, ma per poterle attivare era necessario l’approvazione nei due Consigli comunali di un apposito regolamento. Il via libera è arrivato nei giorni scorsi.

Olginate, la proposta dell'opposizione per dire no alle slot machine

«Ora gli impianti di videosorveglianza sono operativi su tutto il territorio - conferma il sindaco di Olginate Marco Passoni - Insieme a Valgreghentino anche noi abbiamo votato il regolamento per il loro utilizzo. Le telecamere garantiranno un controllo più attento e capillare dei  due paesi e quindi una maggiore sicurezza, tutti i veicoli in entrata e in uscita da Olginate saranno ripresi».

Nel caso di furti o reati, quindi, eventuali veicoli con malviventi in fuga potranno essere individuati, e facilitare così il lavoro delle forze dell’ordine. Ma non solo. «La videosorveglianza permetterà inoltre controlli mirati per il traffico e la sicurezza dal punto di vista della viabilità - aggiunge Passoni - Periodicamente potremo effettuare delle verifiche, per esempio sulla regolarità di assicurazioni e revisioni. Anche questo è un tema importante. Da una prima sperimentazione abbiamo verificato che in paese sono transitati in una sola mattinata una trentina di veicoli sprovvisti di una delle due documentazioni».

Le telecamere sono collocate in particolare nelle strade di entrate e uscita da Olginate e Valgreghentino. Due postazioni si trovano poi al confine con Garlate, altrettante all’ingresso dei due ponti che collegano Olginate con Calolziocorte. Altre ancora nella Ztl sul lungo Adda con gli occhi puntati su piazza Garibaldi. «Sarà molto utile anche la videosorveglianza all’ingresso del “vecchio” ponte dove c’è il divieto di transito per i camion oltre le 20 tonnellate - conclude il primo cittadino - Nel caso di violazioni potremo riprendere i veicoli ed elevare le dovute sanzioni».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 89 casi in Lombardia. Domenica si ferma tutto lo sport anche a Lecco

  • Coronavirus: scuole chiuse nel Lecchese, supermercati presi d'assalto. Al "Manzoni" il contagiato valtellinese

  • In arrivo ordinanza della Regione per chiudere le scuole in Lombardia

  • Coronavirus: 172 casi in Lombardia, sei decessi. Migliorano le condizioni del giovane al "Manzoni". Treni: -60%

  • Nuova interdittiva antimafia del Prefetto: colpiti "Lungolago" e "Tabula Rosa"

  • Coronavirus, nuovo bollettino: quattordici contagiati, MilanoToday intervista il paziente "zero"

Torna su
LeccoToday è in caricamento