Bellano piange Angelo Ceppi. Anche a Mandello un'altra vittima del Covid-19

«Uomo gioviale, allegro, sempre pronto a suonare la sua amata fisarmonica» ricorda Rusconi. Nel comune mandellese i morti salgono a tre. Spesa: allo studio un limite minimo

Angelo Ceppi, scomparso a 83 anni

Il territorio lacustre continua a piangere vittime del Coronavirus. Bellano è in lutto per la scomparsa di Angelo Ceppi, classe 1937, persona conosciutissima in paese per la sua giovialità e la costante presenza negli appuntamenti più sentiti dai bellanesi. Ceppi è una delle numerose vittime del Covid-19 nel territorio. A Bellano, intanto, il numero dei positivi è salito a 20.

«Uomo gioviale, allegro, sempre pronto a suonare la sua amata fisarmonica nei momenti di aggregazione sociale, Angelo con la moglie Serafina è sempre stato presente in ogni pranzo sociale, ogni tombolata, ogni momento di allegria del paese» lo ricorda il sindaco Antonio Rusconi. «La comunità oggi si stringe in un grande abbraccio intorno a Serafina, Alberto, Lorena e agli adorati nipoti di Angelo. Troveremo sicuramente il giusto momento per ricordarlo».

Droni, multe più salate e confisca dei mezzi: in vista una nuova stretta ai controlli

Mandello: si attende ordinanza per la spesa

A Mandello, invece, la conta dei positivi al Coronavirus è giunta a 17. Come ha informato questa mattina il sindaco Riccardo Fasoli, purtroppo i deceduti sono diventati tre. Importante è la comunicazione che il primo cittadino ha fornito ai mandellesi relativamente alle modalità per effettuare la spesa.

«L'uscita per la spesa deve essere effettuata una sola volta alla settimana, si invita ad accedere alle strutture commerciali aperte con mascherina o altro mezzo per coprire naso e bocca - dice Fasoli - Sarà predisposta apposita ordinanza in merito oltre all'introduzione di un limite minimo di spesa quale giustificazione dell'uscita di casa per recarsi alle medie strutture di vendita presenti sul territorio».

Abbadia: "Filo diretto" con i più fragili

Ad Abbadia Lariana gli affetti da Covid-19 sono diventati 8, di cui due in ospedale in «condizioni accettabili» come ha riferito lunedì sera il primo cittadino Roberto Azzoni. Un prezioso servizio partirà da mercoledì 25 marzo: il "Filo Diretto" con la popolazione, in particolare i soggetti più fragili.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Coronavirus, il punto. Crescita Lecchese in linea con quella di domenica, al via il test dell'Avigan

Colico, Gilardi: «Non vanifichiamo i sacrifici»

A Colico, il numero di contagiati in paese è 10. «È passato un mese da quando questo dramma umano ha preso il via: i sacrifici sono pesanti per ciascuno di noi, non vanifichiamoli - è l'appello del sindaco Monica Gilardi - Continuiamo a rispettare le regole e le indicazioni che ci vengono date: stiamo a casa». A Lierna al momento risulterebbe soltanto un contagio, a Dervio, secondo i dati Ats, 6.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lecco in lutto per la scomparsa di Antonella: giovane madre, lascia quattro figli

  • Iperal, dipendenti in stato di agitazione: «Nessuna chiusura festiva, controlli sospesi e pochi dispositivi di protezione»

  • Coronavirus, il Presidente Attilio Fontana ha firmato una nuova ordinanza

  • Coronavirus, mascherine gratis in Lombardia: ecco dove ritirarle, a Lecco sono centomila

  • Civate in lutto per la scomparsa di Ambrogio Rusconi, storico commerciante del paese

  • Coronavirus, il punto. «La crescita si è arrestata» (+42 nel Lecchese), autorizzato l'utilizzo delle mascherine lombarde

Torna su
LeccoToday è in caricamento