Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Maltempo. Esondazione del fiume Varrone, evacuazione a Dervio

Il corso d'acqua è straripato, riversandosi per le vie del paese. Strada e ferrovia chiuse. Il sindaco: «Sfollate centinaia di persone per paura di un'onda anomala dalla diga di Premana»

 

Mattinata drammatica a Dervio, dove l'esondazione del fiume Varrone sta causando gravissimi danni e disagi alla popolazione, costretta a evacuare per il pericolo che la diga di Premana ceda.

Frana e smottamenti in Valsassina

Come testimoniano le immagini che vi proponiamo, il corso d'acqua si è ingrossato nel corso della notte, alimentato dalle fortissime piogge, scricando la sua furia nella mattinata di oggi, mercoledì 12 giugno. Sul luogo del disastro è impegnato direttamente il sindaco Stefano Cassinelli con i volontari di Protezione civile, i soccorritori e le forze dell'ordine. Evacuato il campeggio Europa, dopo mezzogiorno è iniziata l'evacuazione degli edifici lungo il corso del Varrone, con gli abitanti dirottati in un'altra zona del paese e nei comuni limitrofi. Si monitora la diga di Premana che domina, a monte, tutta la Valvarrone.

FOTO | La diga di Premana a rischio crollo

Il sindaco: «Situazione critica, siamo tutti al lavoro»

«La situazione su ordine della Prefettura era di evacuare tutto il paese, dopo una discussione abbiamo individuato un'area in base al piano regionale sotto il fiume in modo da non evacuare l'intera popolazione - ha commentato il sindaco Stefano Cassinelli - Abbiamo istituito punti di raccolta per chi è a piedi o privo di mezzi all'Oasi del Viandante, i Comuni di Colico e di Bellano hanno messo a disposizione rispettivamente la palestra e l'oratorio per accogliere gli sfollati. La situazione è seria perché alla diga di Premana ci sono stati problemi di tracimazione e c'era paura per un'onda anomala. I danni sono oltremodo ingenti, la ferrovia e la Provinciale 72 rimangono chiuse. A Dervio è attivo solo il ponte in centro paese, unico ancora utilizzabile. Siamo tutti al lavoro, fino a che Enel non darà garanzie che la diga tiene non possiamo fermare l'evacuazione».

A causa dei danni causati dal maltempo agli impianti che regolano l'andamento dei treni, la circolazione ferroviaria sulla linea Milano-Lecco-Tirano è stata sospesa intorno alle 10.17 tra Dervio e Delebio. A seguire anche la strada Provinciale 72.

Chicchi di grandine come noci in Valle San Martino e in Brianza

La zona rossa

dervio evacquazione zona rossa 12 giugno 2019-2

Potrebbe Interessarti

Torna su
LeccoToday è in caricamento