Ruba vestiti per 300 euro da Zara e scappa: ladro inseguito e fermato

L'uomo, residente a Olginate e padre di tre figli, ha mostrato l'intenzione di ripagare tutta la merce ed è stato denunciato a piede libero

Il furto, la fuga e l'inseguimento. Mattinata movimentata in centro Monza sabato 14 settembre. Un ragazzo di 26 anni, senegalese, residente a Olginate, dopo essere entrato da Zara, in centro, e aver fatto shopping selezionando alcune magliette, una camicia, una felpa e alcuni accessori per un totale di 307 euro, è uscito dal punto vendita senza pagare, nascondendo la merce in uno zaino. 

Il furto però non è passato inosservato e alcuni presenti si sono lanciati all'inseguimento del ladro per bloccarlo. Una pattuglia della Polizia locale di Monza, impegnata in un giro di controllo in zona, ha notato la scena e ha visto un capannello di persone seguire il giovane in fuga. Il ragazzo è stato intercettato tra piazza Trento e Trieste e piazza San Paolo e poi fermato in via Solera dagli agenti.

Condannato a Civitavecchia per lesioni e furto, ma era in vacanza a Brolo: lecchese arrestato

All'interno dello zaino il 26enne aveva nascosto la refurtiva appena trafugata; ha ammesso di avere commesso il furto e si è detto disposto a pagare immediatamente la merce rubata. Il giovane, padre di tre figli, operaio con un regolare permesso di soggiorno e uno stipendio da 1.500 euro, è stato così denunciato a piede libero per furto. Dagli accertamenti effettuati dagli agenti è emerso che l'uomo ha precedenti per diversi reati tra cui anche furti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Casargo: precipita mentre percorre l'Alpe Giumello in mountain bike, muore 51enne

  • Crandola Valsassina: trovato morto nella vasca da bagno Vittorio Galluzzi

  • Scompare dopo la festa dei coscritti: ore di angoscia per Nicola Scieghi, si cerca nell'Adda

  • Lecco celebra il patrono San Nicolò

  • Resegone: escursionista precipita sul versante nord, è ricoverato in gravi condizioni

  • Trovato un cadavere nell'Adda: si teme sia quello di Nicola Scieghi

Torna su
LeccoToday è in caricamento