Il giallo della morte di Mattia Mingarelli, nuovo sopralluogo nei boschi della Valmalenco

Perito nominato dalla famiglia, carabinieri e anatomopatologo al lavoro per ricostruire il percorso del giovane dal rifugio al luogo del ritrovamento del corpo

Mattia Mingarelli, giovane comasco ritrovato morto in Valmalenco

Vogliono vederci chiaro e chiedono certezze i familiari di Mattia Mingarelli, il 30enne agente di commercio di Albavilla scomparso il 7 dicembre 2018 a Chiesa Valmalenco e ritrovato morto poco distante alla vigilia di Natale.
Venerdì 4 gennaio 2019 è in programma un nuovo sopralluogo nei boschi in località ai Barchi e nella ski area dell'alpe Palù cui prenderanno parte l'anatomopatologo che ha eseguito l'autopsia sul corpo del giovane, i carabinieri e il perito nominato dalla famiglia, Umberto Genovese dell’istituto di Medicina legale della Statale di Milano.

Torneranno dove è stato trovato il corpo di Mattia Mingarelli per capire se le fratture riscontrate sul cadavere siano compatibili con una caduta in quel luogo e per ricostruire il percorso che il 30enne di Albavilla avrebbe fatto per arrivarvi dalla zona dei Barchi da cui era partito. 
Si attendono anche gli esiti degli esami tossicologici e i risultati del sopralluogo dei Ris di Parma su quanto sequestrato al rifugio (ancora sotto sequestro così come la baita del giovane) in cui Mattia sarebbe stato visto per l'ultima volta. Da ricostruire anche i suoi ultimi spostamenti.
Le fratture al capo riscontrate durante l'autopsia sarebbero compatibili sia con una caduta accidentale sia con un colpo inferto alle spalle: si continua dunque a indagare a 360 gradi.

La notizia su QuiComo.it

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    «Se non ci paghi, ti picchiamo e ti roviniamo»: arrestati prostituta e il presunto marito

  • Notizie

    Depuratore di Lecco: interventi per 1,2 milioni di euro. «Qualità dell'acqua migliorata»

  • Notizie

    Treni: «con il cambio di orario puntualità salita oltre l'82%»

  • Cronaca

    Scarico a lago non autorizzato, 6.000 euro di multa al Comune di Olginate

I più letti della settimana

  • Le cinque camminate sul lago più belle nel Lecchese

  • Bosisio Parini: donna trovata morta in via Vittorio Veneto

  • Ribaltamento all'interno dell'attraversamento: chiusa la galleria in direzione Milano

  • Frustato perchè non abbastanza produttivo: giovane lavoratore si licenzia e denuncia il caso

  • Incendio in una ditta in Via Arlenico, in azione i Vigili del fuoco

  • «Padelli, sono lecchese come te. Mi dai la maglia?». E il portiere risponde presente

Torna su
LeccoToday è in caricamento