Morì dopo tuffo nell'Adda, i genitori: «Grazie Calolzio per averci sorretto»

Lettera aperta dei famigliari di Cazacu Nicolae Dorin: «In mezzo al buio della tragedia, abbiamo trovato generosità e conforto di tutta una comunità che non conoscevamo»

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccoToday

Siamo i famigliari di Cazacu Nicolae Dorin,

purtroppo nostro figlio è scomparso durante una gita finita male nel fiume Adda lo scorso 4 luglio. La tragedia che ci ha colpiti non ha parole: perdere un figlio a quell'età, mentre si affaccia alla vita, ci ha portati alla disperazione!

In mezzo a questo buio, abbiamo almeno avuto la fortuna di entrare in contatto con tutta una serie di persone di buona volotà che ci hanno permesso di affrontare il dramma.

È morto Cazacu Nicolae Dorin, 18enne recuperato nell'Adda a Calolzio

Ecco quindi che, con queste poche righe, ci preme ringraziare pubblicamente la popolazione di Calolziocorte, la Pubblica amministrazione cittadina, i Volontari del Soccorso e molti altri. Senza il loro prezioso aiuto non avremmo saputo cosa fare!

La generosità materiale, il conforto morale, l'aiuto spicciolo ricevuto in quei momenti e pure ora, sono di grande sollievo per la nostra famiglia.

Abbiamo perso un figlio, ma abbiamo anche compreso di avere guadagnato la conoscenza e la benevolenza di tutta una comunità, che non conoscevamo ma che ci ha sorretti come se fossimo amici da una vita.
Grazie Calolziocorte!

Torna su
LeccoToday è in caricamento