Lecco: il Comune aiuta undici persone che hanno perso il lavoro

Il progetto Cricco DOC: un servizio per il mantenimento delle autonomie di 11 adulti che hanno perso il lavoro

Approvato dalla Giunta comunale di Lecco un nuovo programma promosso dall'assessorato alle politiche sociali, per la casa e per il lavoro e pensato consentire, a una serie di persone che hanno perso il lavoro, di mantenere un’autonomia occupazionale che ne eviti l’esclusione sociale.

Il progetto, denominato Cricco DOC - iniettore di cambiamento, è stato elaborato dal Centro Servizio Adulti di CeSeA e coinvolgerà undici adulti in condizioni di rischio di marginalità e disagio sociale, persone con più di 55, 60 e 65 anni, con alle spalle esperienze lavorative consistenti, che hanno perso il lavoro, terminato il periodo di godimento degli ammortizzatori sociali e che non hanno maturato alcuna prestazione pensionistica.

Coinvolto nella realizzazione del progetto il Consorzio DOC Ricambi Originali, costituito da concessionari auto per la distribuzione dei ricambi originali agli operatori indipendenti. Il Consorzio ha proposto il finanziamento del progetto Cricco attraverso la Fondazione Italia per il Dono Onlus.

Lavoro: nei primi dieci mesi dell'anno ridotta la richiesta di ore di cassa integrazione

Durata di un anno

Cricco DOC, per la durata di un anno, prevede lo svolgimento di attività di manutenzione e piccole riparazioni delle macchine a uso agricolo utilizzate dal Servizio CeSeA, nonchè ordinarie riparazioni su mezzi, a fronte del quale i partecipanti, tre dei quali con esperienza pregressa nel settore, riceveranno un contributo economico che mira all’integrazione sociale.

Il progetto verrà presentato nei dettagli nell’ambito dell’annuale assemblea dei soci concessionari DOC, lunedì 21 gennaio alle 17 al Palataurus di Lecco, dove interverranno il sindaco Virginio Brivio, il prevosto di Lecco Monsignor Davide Milani, il presidente di Fondazione Comunitaria del Lecchese Mario Romano Negri, l'assessore alle politiche sociali Riccardo Mariani e Tore Rossi, responsabile del servizio CeSeA/Caritas.

«L'evoluzione del servizio CeSeA è evidente - sottolinea l'assessore alle politiche sociali del Comune di Lecco Riccardo Mariani - e la sua crescita, passata anche attraverso l'ideazione e la realizzazione del progetto EnneEnne, lanciato nell'ottobre del 2016, approda con questa nuova importante iniziativa ad una fase ancor più matura e fruttifera, per un servizio dedicato ad una fetta di bisogno collettivo chiave nella nostra società, quella legata alla perdita del lavoro in età adulta e alle sue conseguenze».

«Il consorzio europeo AsConAuto, che comprende più di ventimila aziende nel settore dell'automotive, si è dimostrato ancora una volta attento e generoso verso questo tipo di iniziative di inclusione sociale, sostenendo il progetto Cricco DOC attraverso l'impiego di 11 adulti nelle loro attività. - commenta il responsabile del servizio CeSeA Tore Rossi - Il progetto della durata di 1 anno partirà ad aprile con i primi inserimenti».

Il cambiamento secondo Confartigianato: fisco, burocrazia e lavoro

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    «Se non ci paghi, ti picchiamo e ti roviniamo»: arrestati prostituta e il presunto marito

  • Notizie

    Depuratore di Lecco: interventi per 1,2 milioni di euro. «Qualità dell'acqua migliorata»

  • Notizie

    Treni: «con il cambio di orario puntualità salita oltre l'82%»

  • Cronaca

    Scarico a lago non autorizzato, 6.000 euro di multa al Comune di Olginate

I più letti della settimana

  • Le cinque camminate sul lago più belle nel Lecchese

  • Bosisio Parini: donna trovata morta in via Vittorio Veneto

  • Ribaltamento all'interno dell'attraversamento: chiusa la galleria in direzione Milano

  • Frustato perchè non abbastanza produttivo: giovane lavoratore si licenzia e denuncia il caso

  • Incendio in una ditta in Via Arlenico, in azione i Vigili del fuoco

  • «Padelli, sono lecchese come te. Mi dai la maglia?». E il portiere risponde presente

Torna su
LeccoToday è in caricamento