rotate-mobile
Dopo il decreto

100 euro di multa per gli over 50 che non si vaccinano: la sanzione non piace

Il coro di "no" è unanime, coinvolge virologi, politici e medici

Le multe verso gli over 50 che non si vaccineranno non piacciono a nessuno. Secondo l'ultimo decreto gli over 50, lavoratori e non, che non saranno in regola con l'obbligo vaccinale a partire dal primo febbraio 2022 una sanzione di 100 euro una tantum. La cifra stabilita ha fatto scatenare proteste bipartisan: virologi, politici, medici. Ognuno da un "fronte" diverso sotto tutti concordi nel dire che si tratta di una cifra troppo bassa.

Su Twitter protesta anche il virologo Roberto Burioni. "Dare a chi evade l'obbligo vaccinale una multa (100 euro) una tantum più o meno equivalente a due divieti di sosta (41 euro x 2) rende l'obbligo stesso una grottesca buffonata. Dispiace vederla arrivare da un governo che si credeva serio. Spero di avere capito male".

“Inefficace”

Il presidente della federazione nazionale degli Ordini dei medici, Filippo Anelli, la definisce "inefficace". "Se uno con cento euro  - dice all'Adnkronos Massimo Galli, già direttore di Malattie infettive all'ospedale Sacco di Milano - si libera del problema di vaccinarsi, a me viene da ridere. Trovo che sia una multa assolutamente ridicola, e questa misura non porterà ad ottenere il risultato sperato". 

Ironico invece il virologo Andrea Cristanti. "Come disse Franceschiello all'esercito: 'Facite 'a faccia feroce'", commenta richiamando uno dei detti che circolavano, per quanto poi additati come falso storico, sull'esercito di Francesco II di Borbone. "Spaventateli, fategli la faccia feroce: questo è il senso, una trovata alla Pulcinella. Ormai siamo passati dalla tragedia alla commedia napoletana",

Più diplomatico Fabrizio Pregliasco, virologo e direttore sanitario dell'ospedale Galeazzi di Milano. "Al di là della cifra in sè - dice - la multa di 100 euro una tantum non è che un aspetto dell'obbligatorietà: è, per dirla alla Macron, un modo per 'rompere' ai no vax, mettendo dei paletti in tante situazioni per far sì che l'obbligo venga rispettato. È una dichiarazione di intenti, una presa d'atto dell'interesse da parte dello Stato nel ribadire la necessità di vaccinarsi per l'interesse collettivo - sottolinea - Ma quello che funziona è il green pass". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

100 euro di multa per gli over 50 che non si vaccinano: la sanzione non piace

LeccoToday è in caricamento