rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
La decisione

Lecco, il viaggio in zona bianca prosegue: “Terza dose, effetti importanti”

Il governatore Fontana: “L'indice Rt ospedaliero continua a scendere”

Lecco e la Lombardia non si muoveranno dalla zona bianca almeno per un'altra settimana. "I dati settimanali che, venerdì 10 dicembre, la cabina di monitoraggio di Iss e Ministero della Salute valuteranno confermano la Lombardia” con le minori restrizioni, allungando una ‘striscia’ che va avanti dal 14 giugno. Lo rende noto il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana.

"L'indice Rt ospedaliero - ha aggiunto il governatore - continua a scendere e passa da 1,19 dei sette giorni precedenti a 1,03. Ancora sotto le soglie di allerta le percentuali di occupazione dei posti letto (registrate martedì scorso da Iss) in terapia intensiva, 8 per cento, e area medica, 12 per cento". "Oggi - ha precisato Fontana - registriamo anche il primo calo del tasso di incidenza su 100 mila abitanti a 7 giorni, che passa da 182 registrato ieri, a 170, e a zero ingressi in terapia intensiva. Dati quindi incoraggianti che portano a confermare che la somministrazione delle terze dosi sta rallentando la crescita dei ricoveri".

"Ringrazio ancora i lombardi - ha concluso il presidente - e tutto il personale sanitario che si sta prodigando in questa straordinaria campagna vaccinale decisiva per contrastare il virus. Avanti così!".

Più posti in terapia intensiva

Regione Lombardia ha aumentato i posti negli ospedali riservati ai malati covid portandoli a quota 7.945. Così facendo si allontana (almeno per il momento) il rischio di finire in zona gialla. Il passaggio, infatti, avviene al sorpasso della soglia d’occupazione del 15 per cento dei letti di area medica, del 10 per cento di quelli in terapia intensiva e del limite d’incidenza di 50 casi ogni 100 mila abitanti. I numeri della Lombardia sono vicini ai primi due limiti mentre il terzo fattore è già stato superato. Ne parlano in un articolo pubblicato oggi, martedì 7 dicembre, i colleghi di MilanoToday.

"Regione Lombardia nell’ambito della riorganizzazione ospedaliera per affrontare la crescita dei contagi ha aumentato il numero di posti letto a disposizione per il ricovero dei pazienti Covid in area medica portandoli a 7.945 - si legge in una nota diramata dall'ufficio stampa del welfare -. La Regione innalza così il numero di posti letto a disposizione ogni 100mila abitanti da 66,7 a 79,2 e si allinea maggiormente ai dati comunicati dalle altre Regioni e alla media nazionale, che rimane comunque più alta a 99,8".

"Si tratta di una riorganizzazione ospedaliera modulata su diversi livelli di allerta che ridisegna il numero dei posti letto che effettivamente al momento si potrebbero mettere a disposizione, considerando il personale necessario alla cura dei pazienti ricoverati".

Le nuove soglie per la zona gialla

Per quanto riguarda la soglia fissata del 15% si passa da 1.003 posti letto occupati in area medica, a 1.192 posti letto, con un incremento di 189 unità. Nella giornata di lunedì 6 dicembre le persone effettivamente ricoverate in area medica erano 986.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lecco, il viaggio in zona bianca prosegue: “Terza dose, effetti importanti”

LeccoToday è in caricamento