rotate-mobile
Domenica, 29 Gennaio 2023
Economia

Nuove frontiere (e maxi contratti) per l'azienda lecchese Simecon

Vantaggi anche sul fronte dell’occupazione: si cerca infatti personale specializzato

Dalle schede elettroniche per le auto elettriche, ai microchip dei telefoni cellulari, alle bombolette C02 dei gasatori per l’acqua frizzante: sono solo alcuni degli oggetti di uso quotidiano e casalingo che passano al vaglio della lecchese Simecon, impresa operante dal 1986 sul mercato nazionale e internazionale. Gli impianti robotizzati dell’azienda di via Azzeccagarbugli - una cinquantina di dipendenti, fatturato d’affari previsto per il 2022 raddoppiato rispetto all’anno precedente e una previsione di forte crescita per i prossimi anni (nonostante il contraccolpo della pandemia e del rincaro delle materie prime ) - assemblano e controllano pezzo dopo pezzo che quanto finisce tra le mani del consumatore funzioni alla perfezione.

Sono queste solo alcune delle produzioni della società guidata da Domenico Todeschini, affiancato dai figli Davide e Matteo, che opera nel vasto campo dell’automazione industriale d’avanguardia utilizzando le più diverse e avanzate tecnologie e facendosi forte anche di una proficua collaborazione con le società/clienti oltre che con istituti scientifici, un’azienda che è anche un laboratorio di ricerca tanto da esser stata accreditata come tale dal Ministero di Istruzione, Università e Ricerca.

Simecon - fa sapere l’azienda lecchese - sta oggi intraprendendo il grande salto anche a livello internazionale grazie a maxi contratti con alcuni dei principali Player mondiali: un ulteriore cambio di passo e che fa emergere anche in questo caso la necessità di mettere in campo personale specializzato e qualificato, sempre più difficile da reperire sul mercato del lavoro.

Vincere le sfide del mercato con l’innovazione

"Fin qui - spiega Domenico Todeschini, CEO dell’azienda lecchese - con la nostra attività abbiamo voluto essere un partner strategico per la crescita delle aziende del territorio, realizzando impianti e progetti all’avanguardia in anni in cui l’innovazione è stata fondamentale per il mantenimento e lo sviluppo della presenza sui mercati. Operiamo con tecnologie diverse in comparti diversi, favorendo un proficuo scambio tecnologico tra i settori dimostratosi più che vantaggioso per il processo di innovazione. Meccatronica e robotica, semplice assemblaggio piuttosto che sistemi di test e controllo hanno fornito l’un l’altro indicazioni utili a sviluppare nuove applicazioni".

Gli impianti dell'azienda lecchese.

"Ci attende già da questi mesi uno sviluppo e un impegno che non può non fare i conti anche e soprattutto con la grande professionalità di chi lavora in Simecon - spiegano Davide e Matteo - servono e serviranno tecnici altamente specializzati, con esperienza del settore già acquisita: si apriranno inevitabilmente nuove posizioni interne che oggi fatichiamo a coprire. Ogni progetto espansivo può anche esser rallentato dalla difficoltà di reperire intelligenze e professionalità. Per ampliare il bacino di raccolta di personale specializzato, abbiamo aperto all’inizio di quest’anno un ufficio tecnico anche sul territorio bergamasco”.

Simecon Lab: una porta aperta sul mondo della Scuola

"È stata importante anche la collaborazione in questi anni avuta con ITS (Istruzione Tecnica Superiore) e l’Istituto professionale Fiocchi, due realtà il cui compito è la formazione di giovani con competenze nella meccatronica e nell’informatica. Abbiamo dato il nostro contributo realizzando presso l’Istituto professionale Fiocchi il laboratorio 'Simecon Lab', che fornisce alla scuola attrezzature, conoscenze, consulenze per garantire agli studenti una formazione professionale innovativa e al passo coi tempi, dando loro la possibilità di fare degli stage in azienda. In Simecon crediamo fortemente nel valore della formazione dei giovani e che questa competizione ed espansione internazionale, in cui siamo in prima fila, costituirà per molte professionalità lecchesi un’occasione straordinaria di mettersi in gioco".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuove frontiere (e maxi contratti) per l'azienda lecchese Simecon

LeccoToday è in caricamento