menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Voucher: i furbetti dei buoni-lavoro abbondano in Brianza

La totale eliminazione dei voucher - secondo Cisl Monza Brianza Lecco - sarebbe sbagliata; ma «servono sanzioni più severe e maggiori controlli»

I furbetti del voucher - in Brianza - abbondano. La fantasia, del resto, a chi vuole aggirare la legge non manca.

Gli esempi sono parecchi. Un'azienda del comparto servizi aveva trovato il modo per eludere il tetto massimo di 2mila euro in un anno per lavoratore: i voucher eccedenti la quota, infatti, erano stati intestati alla fidanzata del lavoratore. Una società del settore logistica, invece, si era "dimenticata" di attivare i voucher. Una "sbadataggine" che al lavoratore è costata 3mila euro.

Lo racconta la Cisl Monza Brianza Lecco, ufficio vertenze, a cui - nel 2016 - si è rivolto un centinaio di persone, chiedendo informazioni per capire se il datore le retribuisse correttamente con i buoni-lavoro. «Nella metà dei casi - precisa Stefano Goi - si è configurato un rapporto di lavoro subordinato».

Inoltre, «secondo noi - aggiunge Goi - il ricorso ai voucher in Brianza è in crescita», a conferma ci sono i dati INPS. Nel 2015 - nel territorio lecchese e brianzolo - erano stati venduti complessivamente 1.436.767 voucher (+84% rispetto al 2015).

La totale eliminazione dei voucher - secondo Cisl Monza Brianza Lecco - sarebbe, comunque, sbagliata. «La loro liberalizzazione è, purtroppo, avvenuta progressivamente: la tracciabilità è un giusto correttivo, ma da solo è insufficiente. Siamo per eliminarli in edilizia e in agricoltura, e ovunque sostituiscano il lavoro dipendente. Vanno riportati alla loro funzione originaria, che era quella di far emergere dal "sommerso" lavori occasionali e saltuari. Va colpito l'abuso».

«Senza questa forma di retribuzione - conclude Goi - molte persone sarebbero pagate in nero. Il problema è l'uso distorto di questi buoni-lavoro. E poi servirebbero sanzioni più severe e maggiori controlli».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Le cinque camminate per boschi e monti più belle nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Nasce la via fittizia "via Sogni di Gianni Rodari n. 1000"

  • social

    Mangiare etnico a Lecco

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento