rotate-mobile
Conclusi / Brianza

Acquedotto Brianteo, lavori terminati tra Civate e Dolzago: potenza raddoppiata

La tratta fa parte del progetto di raddoppio della dorsale dell’Acquedotto Brianteo: lavori da otto milioni di euro

Cantiere chiuso. Sono arrivati alla loro conclusione i lavori relativi alla tratta Civate-Dolzago eseguiti per conto di Lario Reti Holdig, facenti parte del progetto di raddoppio della dorsale dell’Acquedotto Brianteo, dal valore totale di circa 8 milioni di euro.

“Questo progetto risulta essere fondamentale per la provincia di Lecco e non solo, in quanto consentira? di potenziare l’acquedotto piu? importante del territorio, che serve 64 comuni e oltre 365mila cittadini, tenendo conto delle utenze delle province di Como e Monza Brianza. Continuano invece gli interventi relativi alla tratta a terra Valmadrera-Civate che termineranno entro la primavera del 2023 per un valore di circa 3,9 milioni di euro”, spiega l'azienda pubblica.

acquedotto lrh_brianteo_dolzago-2

Gli interventi appena conclusi, oltre ad includere la tratta a terra per una lunghezza pari a circa 3 km, hanno visto anche la posa di circa 3,5 km di condotta sublacuale, passante sul fondo del Lago di Annone, da Civate alla localita? Donzeno di Oggiono. Da qui, la condotta e? stata posata in zone urbane e campestri, percorrendo quasi sempre in parallelo il tragitto del collettore Brianteo gia? esistente nei Comuni di Sirone e Dolzago e raggiungendo, infine, l’esistente stazione di rilancio di Dolzago, dalla quale si diramano i rami minori del Brianteo che raggiungono il meratese, il casatese, la provincia di Monza e Brianza ed i Comuni comaschi fino a Cantu?.

Il raddoppio dell'Acquedotto Brianteo

Tra il 2016 e il 2020, Lario Reti Holding ha investito oltre 100 milioni di euro nell’ammodernamento delle infrastrutture avviando uno dei progetti più importanti mai realizzati sul territorio lecchese: il potenziamento dell’Acquedotto Intercomunale Brianteo in due tratte cardine - tra Valmadrera e Civate e tra Civate e Dolzago. L'infrastruttura nasce dal potabilizzatore di Valmadrera e l'investimento si compone di due tratte, per un valore totale superiore ai 11,5 milioni di euro.

acquedotto lrh_brianteo_oggiono_base_navale-2

L’opera è inserita nel Piano Nazionale Acquedotti e beneficia di un contributo a fondo perduto da parte di Arera, l’autorità nazionale di regolamentazione del settore, di oltre 8 milioni di euro. “Il raddoppio di tale dorsale è fondamentale in quanto consentirà, da una parte di efficientare la gestione energetica del potabilizzatore e delle camere di rilancio, andando a separare la necessità di generazione di pressione e, dall’altra parte, di avere una soluzione di riserva nel caso di manutenzioni da attuare sulla tubazione”, si legge nel documento pubblicato sul sito di Lario Reti relativo all'intervento.

acquedotto lrh_brianteo_dolzago_02-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acquedotto Brianteo, lavori terminati tra Civate e Dolzago: potenza raddoppiata

LeccoToday è in caricamento