rotate-mobile
Domenica, 25 Settembre 2022
L'opera / Centro storico / Piazza Giuseppe Garibaldi

Il Teatro della Società iniza a vedere la luce: l'affresco di Sora splende sulla volta

Iniziata a ottobre 2021, la delicata opera che ha interessato l'opera è terminata in questi giorni

L'affresco di Sora torna a splendere sulla volta del Teatro della Società di Lecco. Durante gli ultimi giorni la splendida opera dal titolo "Il Teatro della Vita" è stata riposizionata, chiudendo così il delicato ciclo di interventi che sono iniziati alla metà di ottobre 2021. La struttura è chiusa ormai da cinque anni e sta attraversando un lungo, oltre che costoso, processo di ristrutturazione, necessario per la messa in sicurezza di tutto l'ambiente, bonifica compresa.

volta affresco sora 2 teatro della società-2

L'intervento è stato decisamente delicato, visto che la pittura era stata depositata su dell'amianto friabile sul finire degl Anni Settanta: rimosse e bendate, le figure sono state pulite, bonificate e rimesse al proprio posto, in attesa di poter essere ammirate da tutti i lecchesi una volta che i lavori saranno terminati. A metà settembre dovrebbero essere terminati gli interventi ai vari impianti, dopodichè sarà creata un'uscita di servizio sul retro dell'edificio: la riapertura è prevista per la stagione 2023.

L'amianto scoperto ad aprile

Sbuca altro amianto al Teatro della Società. Lo si è appreso durante la seduta della Commissione consiliare I di metà aprile, durante la quale il progettista e direttore dei lavori, l'ingegner Nicola Berlucchi, ha illustrato ai commissari gli interventi finora effettuati presso il cantiere del teatro di piazza Garibaldi, chiuso da anni per la ristrutturazione. Due le varianti di progetto approvate dall'amministrazione comunale e finalizzate sia alla riapertura in sicurezza della struttura, sia alla sua fruibilità 12 mesi l'anno, con interventi che, a partire dalla bonifica dell’amianto con il contestuale recupero del Il teatro della vita di Orlando Sora, prevedono l’implementazione dell’impianto di raffrescamento e la realizzazione di un’apertura sul retro dell’edificio, atta a facilitare lo scarico e il carico dei materiali di scena, laddove nel progetto originario del Bovara era prevista l’abside.

teatro della società lecco-2-2

I lavori al Teatro della Società di Lecco

Vari gli interventi realizati: rimozione della centrale termica esistente e installazione di un nuovo gruppo termico a condensazione con gas metano; installazione di un nuova pompa di calore per alimentare l’impianto di condizionamento e ?di una nuova unità di trasformazione dell’aria per implementare l’impianto di raffrescamento, sia della platea, sia dei palchetti; realizzazione di un sistema di diffusione dell’aria nel locale sotto ?la platea con le relative opere edili, strutturali e impiantistiche; ?consolidamento del tavolame ligneo della graticcia, delle capriate e della trave di sostegno del soffitto della platea e realizzazione d'?interventi locali di consolidamento strutturale per ?il miglioramento sismico. Prossimamente si potrà?, invece, proseguire con la posa di nuovo intonaco sull’intradosso del soffitto della platea e con il riposizionamento in opera delle figure dell’affresco del Sora. Il costo totale dei lavori è di 2,6 milioni di euro.

“La bonifica dell’amianto dal soffitto a volta della platea, con il contestuale obiettivo di recuperare l’acrilico di Orlando Sora, è stata sì coraggiosa, ma necessaria - ha spiegato l'assessore ai lavori pubblici del Comune di Lecco Maria Sacchi - e si è rivelata, inoltre, una scelta lungimirante visto che proprio durante i lavori è emersa la presenza di altro amianto nell’arco di boccascena oltre alla zona retro orologio, ora bonificate e per le quali ATS ha rilasciato la certificazione post bonifica. È tuttavia recente la scoperta di ulteriori materiali contenenti amianto nelle murature dei palchetti, per la cui rimozione attendiamo che la ditta specializzata presenti ad ATS il piano di lavoro per il confinamento e la successiva bonifica”.

Presentazione giunta lecco 20 ottobre 20205 maria sacchi-2
Maria Sacchi

“A 178 anni dalla sua realizzazione - ha proseguito l'assessore Sacchi -, il nostro teatro cittadino svela il suo essere e la nostra volontà è anche quella di scoprire per riscoprire, togliendo l'intonaco degli interventi di restauro compiuti nello scorso secolo: da una prima campagna di indagini esplorative sono infatti emersi affreschi nel foyer e cromie sugli elementi lignei dei palchi, che rendono necessario approfondimenti, per i quali è già stata avanzata richiesta alla Soprintendenza. Lavoriamo con convinzione nella direzione di una riapertura della struttura in sicurezza e con nuovi impianti, così da rendere questo teatro di metà Ottocento, la nostra ‘piccola Scala’, moderno in termini di fruibilità, conservandone al contempo il suo patrimonio artistico, identità culturale per noi cittadini lecchesi”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Teatro della Società iniza a vedere la luce: l'affresco di Sora splende sulla volta

LeccoToday è in caricamento