rotate-mobile
Notizie

Nessun riferimento al cancro su etichette di vino e birra, "scongiurato un danno"

Modifiche dall'Europarlamento, soddisfatto l'assessore regionale Rolfi: "Passo importante a tutela della qualità dei vini lombardi, settore in crescita a doppia cifra"

"L'agroalimentare è una delle ricchezze più grandi del nostro Paese e la Lombardia è la prima regione agricola d'Italia. Il risultato ottenuto oggi dimostra come il sistema Italia debba fare squadra per tutelare il proprio patrimonio. I vini Doc, Docg e Igt hanno disciplinari riconosciuti a livello comunitario in termini di qualità e salubrità. Sarebbe stata una contraddizione per l'Ue". 

Lo ha dichiarato l'assessore regionale lombardo all'Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi, Fabio Rolfi, in merito alle modifiche alla relazione sul Piano di azione anti-cancro approvate dall'Europarlamento, con le quali si è scongiurato il tentativo di inserire riferimenti al cancro sulle etichette di vino e birra.

"Chiarezza necessaria"

"Associare il consumo di un prodotto al cancro - ha aggiunto l'assessore, annunciando per la primavera un evento a Bruxelles per far conoscere i vini lombardi - ha già generato in passato danni economici enormi, penso alla carne rossa, e anche solo un accostamento a livello mediatico può generare nel consumatore dubbi e paure. Per questo è necessario che ci sia chiarezza, ricordando la differenza fondamentale tra consumo e abuso di alcolici. Tra l'altro, la dieta mediterranea è stata riconosciuta dall'Unesco come elisir di lunga vita".

"I vini lombardi - ha ricordato l'assessore - stanno facendo registrare crescite in doppia cifra a livello di export, i nostri produttori hanno fatto passi da gigante in materia di sostenibilità ambientale e sempre più giovani imprenditori si avvicinano al mondo del vino. Sul nostro territorio regionale - ha concluso Rolfi - più del 90% del vino prodotto è di qualità e grazie alla collaborazione tra Regione Lombardia e consorzi si stanno ottenendo risultati importanti in materia di promozione e valorizzazione delle etichette anche come strumento di promozione turistica".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nessun riferimento al cancro su etichette di vino e birra, "scongiurato un danno"

LeccoToday è in caricamento