rotate-mobile
Notizie Abbadia Lariana / Largo San Bartolomeo

Alessandro apre la "sua" chiesa nel giorno di San Bartolomeo: "Questa è arte"

Longoni, proprietario dell'ex edificio religioso che sorge lungo il Sentiero del Viandante ad Abbadia Lariana, ha accolto i visitatori e l'ex parroco don Vittorio Bianchi

Una cerimonia - civile - che si rinnova in un luogo religioso, ma da tempo non più attivo. Questa mattina, in occasione della ricorrenza di San Bartolomeo martire, come ogni anno Alessandro Longoni, proprietario della chiesa sconsacrata dedicata proprio a San Bartolomeo ad Abbadia Lariana, ha organizzato una piccola iniziativa cui hanno partecipato diverse persone di passaggio lungo il Sentiero del Viandante, dove sorge l'edificio costruito intorno all'anno Mille. 

Alessandro Longoni con don Vittorio

Longoni, "padrone di casa", ha offerto un piccolo rinfresco e soprattutto aperto le porte della chiesa ai visitatori, con la presenza gradita di don Vittorio Bianchi, ex parroco di Abbadia, che ha allietato i presenti raccontando la storia del complesso e le sue origini. Fu proprio lui, qualche anno fa, a fare da tramite con la Diocesi per la cessione dell'immobile.

Alessandro Longoni, con spirito imprenditoriale, ha arricchito l'edificio di quadri e opere d'arte perché, come egli stesso spiega, "voglio tenere vivo questo luogo di pregio, uno dei tanti custoditi in Italia".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alessandro apre la "sua" chiesa nel giorno di San Bartolomeo: "Questa è arte"

LeccoToday è in caricamento