menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sicurezza, vigilanza e soccorso sul Lario: in arrivo 60mila euro dalla Regione

L'assessore Terzi: «La sicurezza è un tema prioritario e strettamente connesso allo sviluppo e alla promozione delle vie navigabili lombarde»

Sessantamila euro sul piatto per sicurezza e vigilanza sul Lago di Como. La novità arriva da Regione Lombardia.

In totale lo stanziamento è di 178mila euro per incrementare il servizio di sicurezza e vigilanza, nonché di promozione, dei laghi lombardi. Lo prevede una delibera approvata dalla Giunta regionale su proposta dell'assessore alle Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile Claudia Maria Terzi.

«Questi fondi - ha spiegato l'assessore - confermano la volontà della Regione di sostenere concretamente gli enti preposti alla gestione del demanio lacuale affinchè possano esercitare al meglio i loro compiti di controllo e vigilanza. La sicurezza è un tema prioritario e strettamente connesso allo sviluppo e alla promozione delle vie navigabili lombarde».

Da Regione Lombardia 175mila euro per le misure forestali

La delibera attribuisce alle cinque Autorità di bacino lacuale risorse per realizzare interventi relativi alla sicurezza, al pronto soccorso e alla vigilanza del rispetto delle norme di navigazione. Tra questi la manutenzione dei mezzi nautici e l'adeguamento delle strutture utilizzate nell'espletamento del servizio, con riferimento anche alla sistemazione logistica del personale di equipaggio e della centrale operativa. 

In particolare, 20mila euro sono destinati all'Autorità di bacino del Lario e dei laghi minori per la definizione di un "progetto pilota" finalizzato allo studio di interventi per l'automazione di pontili o navi per l'imbarco e sbarco passeggeri, in accordo con l'ente gestore del servizio di navigazione pubblica di linea.

La suddivisione dei fondi

Di seguito la ripartizione dei fondi:

1) Autorità di bacino laghi Garda e Idro: 47mila euro per servizio di vigilanza, intervento e soccorso sul Lago di Garda

2) Autorità di bacino lacuale dei laghi Maggiore, Comabbio, Monate e Varese: 34mila euro per il servizio di vigilanza, intervento e soccorso sul Lago Maggiore

3) Autorità di bacino lacuale dei laghi d'Iseo, Endine e Moro: 25mila euro per il servizio di vigilanza, intervento e soccorso sul Lago d'Iseo

4) Autorità di bacino Lario e dei laghi Minori: 40mila euro per il servizio di vigilanza, intervento e soccorso sul bacino lacuale del Lario e dei laghi minori, più 20mila euro per il "progetto pilota"

5) Autorità di bacino lacuale Ceresio, Piano e Ghirla: 12mila euro per il servizio di vigilanza, intervento e soccorso sul Lago di Lugano

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La nuova truffa corre su WhatsApp: casi anche nel Lecchese

Attualità

Cos'è il lasciapassare per uscire dalla Lombardia e spostarsi tra regioni

Attualità

Le 10 meraviglie architettoniche da scoprire nel Lecchese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento