menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La pediatra Lucia Castelli

La pediatra Lucia Castelli

"Sotto lo stesso cielo": Avsi Lecco sostiene quattro progetti nel mondo

L'Associazione volontari per il servizio internazionale: «Osiamo la solidarietà attraverso i confini». Iniziative in Italia, Kenya, Uganda e Brasile. La presentazione il 14 novembre a Palazzo Falck

«Sotto lo stesso cielo. Osiamo la solidarietà attraverso i confini». È questo il titolo scelto da Avsi (Associazione volontari per il servizio internazionale) per la Campagna Tende 2018/19, cui aderisce naturalmente anche l'Avsi Point Lecco.

Le iniziative lanciate in questi giorni sosterranno quattro progetti in diverse parti del mondo. Il via ufficiale verrà dato mercoledì 14 novembre alle ore 21 a Palazzo Falck con l'illustrazione delle quattro nuove iniziative e il resoconto delle precedenti.

Protagonista dell'incontro, aperto a tutti, sarà la dottoressa Lucia Castelli, pediatra, da anni impegnata con Avsi nelle zone più "calde" e povere della terra, dall'Uganda al Medio Oriente, responsabile di diversi progetti internazionali con al centro le vittime più deboli di guerre e povertà, i bambini e i ragazzi. La dottoressa Castelli, anche attraverso un filmato, racconterà queste iniziative e in particolare le ultime attivate da Avsi. Ma sul palco arriverà anche la testimonianza di una studentessa liceale lecchese che, collaborando con Avsi nella propria scuola, ha poi lavorato circa un mese in Kenya in un progetto di solidarietà internazionale; quindi quella di una insegnante dell'Istituto Badoni che relazionerà sulle diverse attività organizzate da anni con gli studenti e con i colleghi docenti per finanziare il sostegno a distanza (in particolare in Africa) di coetanei dei ragazzi, accompagnati nella loro crescita umana e scolastica. 

Di seguito, nel dettaglio, i progetti che saranno sostenuti nel corso dell'anno 2018/19.

Burundi e Kenya. "Work to stay. Il lavoro per vincere la povertà"

L'idea è quella di offrire alle famiglie più povere gli strumenti per migliorare la propria condizione partendo dal rafforzamento della capacità economica, e di scommettere sulle nuove generazioni di questi due Paesi dando la possibilità attraverso training e una formazione specifica di entrare nel mondo del lavoro, realizzarsi e creare vero sviluppo per l’intera comunità.

Brasile. "Bem-vindo. Accoglienza dei migranti venezuelani"

Nello Stato più settentrionale del Brasile arrivano 500 persone al giorno. Sono i migranti venezuelani che, per fuggire dalla grave crisi del loro Paese, attraversano la frontiera alla ricerca di un futuro migliore. Moltissimi raggiungono la città di Boa Vista, che attualmente accoglie oltre 30.000 venezuelani. Qui Avsi, insieme ad Unchr (Agenzia Onu per i rifugiati), gestisce tre strutture di accoglienza e assiste più di 1.500 persone. Ora si vuole fornire ad alcune decine di famiglie, dopo la prima accoglienza, un percorso di accompagnamento e integrazione in diverse città brasiliane attraverso ospitalità, corsi di lingua portoghese, servizi alla persona (educazione, salute) e iniziative con le imprese locali per offrire opportunità di lavoro.

Italia. "La casa allargata per condividere i bisogni"

Le Suore di Carità dell’Assunzione presenti oggi a Torino, Milano, Trieste, Roma, Napoli e Madrid costituiscono una realtà sociale che opera nell'ambito dell'assistenza domiciliare: l'intervento in casa, la cura infermieristica, l'accoglienza diurna dei minori, l'impegno educativo nel rapporto con la scuola e con la famiglia, la collaborazione con gli enti locali e i servizi sociali. Entrare nelle case condividendo i bisogni più elementari dalla malattia al sostegno alla cura dei figli: questa è la missione delle Suore di Carità dell’Assunzione che Avsi vuole sostenere.

Siria. "Ospedali aperti. Secondo anno di solidarietà"

Come risposta concreta alla domanda di aiuto del popolo siriano, è stato ideato nel 2016 ed è divenuto operativo nel 2017 il progetto “"Ospedali Aperti". L'obiettivo principale è quello di assicurare l’accesso gratuito alle cure mediche ai siriani poveri, attraverso il potenziamento di tre ospedali non profit: l'Ospedale Italiano e l’Ospedale Francese a Damasco, l’Ospedale St. Louis ad Aleppo. Questo progetto ha già assicurato cure gratuite a 11.000 siriani (dato al 30/09/2018) e punta a curarne 45.000 entro i prossimi due anni.

Avsi Point Lecco nei mesi scorsi ha tra l'altro proposto ai lecchesi - che hanno risposto con grandissimo entusiasmo - lo spettacolo con Giacomo Poretti (sold out) e la ormai tradizionale "Cena di Sant'Agata". Per la Campagna Tende 2018/19 promuoverà nei prossimi mesi nuove iniziative, ed è fin da ora a disposizione di quanti intendano sostenere le diverse attività Avsi a livello personale così come nelle aziende, nelle scuole, nelle parrocchie, nelle diverse associazioni e aggregazioni.
Per informazioni su Avsi: www.avsi.org.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il futuro dell'ex "Larius"? Guarda a Oriente: a Lecco apre Nima

Attualità

I 10 luoghi simbolo di Lecco più amati dai visitatori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Salute

    Che cos’è il burnout da smart working?

  • social

    Personaggi illustri lecchesi: Giuseppe Bovara

Torna su

Canali

LeccoToday è in caricamento